BACCA, alla ricerca dell’istinto perduto

BACCA, alla ricerca dell’istinto perduto

Ieri il Milan ha deluso contro il Carpi. Uno dei più deludenti è stato Bacca, che non segna da un mese.

di Gianluca Raspatelli
Carlos Bacca Milan

Ieri il Milan ha pareggiato 0 a 0 a Modena contro il Carpi, deludendo tutte le aspettative. Il passo indietro rispetto la gara contro la Sampdoria è stato generale, ma in particolare i problemi sono stati nella fase offensiva.

Come riporta La Gazzetta dello Sport, ancora una volta in avanti è mancato l’apporto di Carlos Bacca. L’idea con cui Adriano Galliani l’ha acquistato in estate era esattamente questa, aiutare a risolvere le complicate gare contro le piccole. Ma il colombiano neanche ieri sera è riuscito ad andare in gol, come accade ormai da un mese (ultimo gol contro la Lazio).

I problemi tattici sono evidenti, e parte delle difficoltà di Bacca nascono dalla tendenza di Niang a giocare un calcio autoreferenziale. Mihajlovic dovrà lavorare sul tandem offensivo per impensierire le difese. Ma anche quando riceve i pochi palloni a sua disposizione, il colombiano sembra aver smarrito il suo istinto fatto di rapidità e concretezza, perdendosi spesso in giocate inutilmente complicate.

Intanto alle sue spalle scalpita Luiz Adriano e sta rientrando Mario Balotelli. Forse un po’ di agguerrita concorrenza, o anche qualche turno di riposo potrebbero aiutare la punta rossonera a ritrovare l’istinto perduto. Ma la corsa per la zona Champions del Milan passa per i gol di Bacca, e questo Mihajlovic lo sa bene.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy