Razzismo, si cambia: la partita si ferma al secondo richiamo

Razzismo, si cambia: la partita si ferma al secondo richiamo

La FIGC ha deciso di cambiare il protocollo che regola il comportamento che le squadre devono osservare in caso di cori razzisti negli stadi

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

Il caso Inter-Napoli ha lasciato il segno e la FIGC ha deciso di reagire contro il razzismo negli stadi cambiando le regole in caso di episodi spiacevoli. Fino a oggi la squadra padrona di casa era tenuta ad avvisare il pubblico sugli spalti di smettere con i cori razzisti per tre volte prima della sospensione del match. Da oggi si cambia, basteranno solamente due avvisi prima della sospensione della partita mentre dopo il primo annuncio le squadre si troveranno al centro del campo per una brevissima interruzione, dopo il secondo annuncio i giocatori saranno tenuti a rientrare negli spogliatoio.

MASSARO ELOGIA GATTUSO: “E’ TUTTO MERITO SUO”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy