Watford, parla Niang: “Meritavo di stare al Milan”

Watford, parla Niang: “Meritavo di stare al Milan”

M’baye Niang, attaccante rossonero in prestito al Watford, si è raccontato al ‘Guardian’: “Il mio rapporto con i rossoneri non si è completamente spezzato”

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Nello scorso mese di gennaio il Milan ha ceduto in prestito oneroso, con diritto di riscatto, il 22enne attaccante francese M’baye Niang al Watford di Walter Mazzarri: fin qui Niang, in Premier League, ha disputato 6 gare e messo a segno una rete, di testa, al suo secondo match ufficiale con gli ‘Hornets’, in casa contro il Burnley.

Inizialmente, la compagine londinese sembrava fosse entrata nell’ordine di idee di riscattarlo a giugno: ora, però, la situazione sembra mutata e, presumibilmente, Niang farà rientro al Milan in estate, visto anche l’elevato importo fissato dal club rossonero per la cessione a titolo definitivo (18 milioni di euro). Ieri, intanto, il francese si è raccontato al ‘Guardian’ tra passato, presente e futuro.

“Al Milan ho giocato partite molto importanti e se sei al Milan è perché meriti di esserci – ha esordito Niang -. Ho la giusta forza e carattere per stare in un club così grande. Posso sopportare la pressione dei riflettori: mi piace che le persone siano interessate a me, se non riesci a fare i conti con questo sei costretto a cambiare società, ma non è il motivo per cui me ne sono andato”. Niang ha poi spiegato l’evolversi della sua carriera fino a questo punto: “Avevo stagioni nelle quali giocavo, altre in cui non avevo minuti e finivo in prestito, come è successo con Montpellier e Genoa. Da quando sono arrivato al Milan sono cambiati così tanti allenatori che diventava difficile per un ragazzino come me. Ora sono qui perché, ovviamente, ho ancora bisogno di imparare tanto. Quindi abbasserò la testa e lavorerò come un cane”.

Chiosa dell’intervista di Niang, ripresa dall’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’, dedicata al suo futuro, forse ancora colorato di rossonero: “Se lo faccio, so che tornerò ad altissimi livelli. Il mio legame con il Milan non si è completamente spezzato, semplicemente avevo bisogno di un cambiamento. La mia carriera me lo chiedeva. Ce ne siamo accorti entrambi, sia io sia il club”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Watford, Mazzarri: “Niang si è già calato nella nostra dimensione”

Niang: “Grazie a tutti i tifosi del Watford per il sostegno ricevuto”

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy