Tuttosport – Milan, ogni ora è buona per l’incontro tra Leonardo e Conte

Il fondo Elliott avrebbe dato mandato a Leonardo per convincere Antonio Conte, esonerato dal Chelsea, a sedere subito sulla panchina rossonera

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Da oggi ogni ora potrebbe essere quella buona per l’incontro tra Leonardo, nuovo responsabile dell’area tecnico-sportiva del Milan, ed Antonio Conte, allenatore italiano recentemente esonerato dal Chelsea ed alla ricerca di una nuova sistemazione.

Ne è convinta l’edizione odierna di ‘Tuttosport’ che spiega come, nonostante le smentite di rito da parte del Presidente rossonero, Paolo Scaroni, e dello stesso Leonardo, il fondo Elliott Management Corporation, nuovo proprietario del club di Via Aldo Rossi, abbia dato mandato al brasiliano di convincere Conte a sedere sin da subito sulla panchina del Milan al posto di Gennaro Gattuso.

Conte, infatti, sarebbe ritenuto dai proprietari americani il tecnico ideale per aprire un nuovo ciclo e riportare, rapidamente, il Milan ai fasti di un tempo: l’allenatore salentino, però, al momento non sarebbe tecnicamente ‘libero’. È stato, sì, rimpiazzato dal Chelsea con Maurizio Sarri, ma ha un contratto con il club di Roman Abramović fino al 30 giugno 2019 e, al momento, è in rottura prolungata con i ‘Blues’ per questioni economiche.

L’ex tecnico della Juventus, infatti, sostiene di dover ottenere dal Chelsea 10 milioni di euro per l’interruzione anticipata del rapporto; il club londinese, al contrario, annuncia azioni legali per licenziamento avvenuto “per giusta causa”. Insomma, arrivare rapidamente a Conte, per il Milan, non si preannuncia propriamente impresa facile. E non si tratterebbe neanche dell’unico ostacolo da superare per la società rossonera.

Non appare così scontato, infatti, che Conte voglia spostarsi subito al Milan: al suo staff ha annunciato un anno di stop (e Gianluca Spinelli, suo preparatore dei portieri, si è accasato al PSG con Gianluigi Buffon), e poi non ha mai amato entrare ‘in corsa’. Se diventasse ora l’allenatore del Milan, avrebbe poco più di 10 giorni per preparare l’esordio casalingo di campionato contro il Genoa. Inoltre, Conte gradirebbe avere del Milan delle garanzie.

Garanzie non economiche (il Diavolo sarebbe pronto ad offrirgli un contratto pluriennale da 6 milioni l’anno), bensì tecniche: il Milan, in questi anni, non è mai stato competitivo per il titolo e difficilmente Conte accetterebbe l’incarico con una squadra che lotti “soltanto” per il quarto posto in classifica. Leonardo sta lavorando per allestire un Milan competitivo, ma il tempo gioca a suo sfavore e la strada non sembra essere in discesa.

Con l’arrivo di Conte, poi, il Milan dovrebbe tornare alla difesa a tre, e pertanto, dando per scontata la cessione di Leonardo Bonucci, i rossoneri dovrebbero prendere altri due difensori: ecco a chi si sta pensando nelle ultime ore …

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy