Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Suso e Calhanoglu, Gattuso confida in voi

Per Suso e Calhanoglu è tempo di riscatto, dopo la serataccia contro l'Arsenal. Rino si affida a loro, augurandosi di riaprire le ali.

Stefano Bressi

Tante cose non hanno funzionato giovedì sera. Tra queste, sicuramente, ci sono state i due esterni. Suso e Hakan Calhanoglu non sono riusciti ad accendersi. Raramente serviti, quando hanno preso palla hanno sbagliato quasi sempre, senza riuscire a sorprendere l'Arsenal. Entrambi in serata decisamente no, hanno tolto al Milan delle armi importanti e anche così è maturato lo 0-2 dell'andata degli ottavi di Europa League. Certo, tanta sfortuna per il Milan sia successo proprio in una serata così importante e che sia capitato a tutti e due gli esterni. Sono loro gli uomini chiave del Milan, quelli in grado di saltare l'uomo o inventare la giocata. Se si incartano sono guai.

Gennaro Gattuso ieri ha detto che come sempre ha fatto il giro dei confessionali per parlare con i propri giocatori e ovviamente ha parlato anche con Suso e Hakan. Evidentemente li ha assolti immediatamente, visto che, scrive La Gazzetta dello Sport, oggi li rivedremo subito in campo. Dopo tutto, non è certo una sconfitta, seppur così pesante, a modificare la teoria di Rino. Il blocco titolare resta, ruotano il centravanti e i terzini. Gattuso a fine partita aveva parlato di scarsa brillantezza e dunque ora probabilmente ha impostato gli allenamenti per ridare vivacità ai muscoli. Poi, ovviamente, in campo ci vanno loro. E sarà meglio evitare scelte evidentemente sbagliate.

In mezzo a loro ci sarà Nikola Kalinic, ma per quanto lavoro sporco faccia non è garanzia di gol. Toccherebbe dunque proprio a Suso e Calhanoglu sopperire. Anche i due esterni, però, segnano poco ultimamente. Con Gattuso alla guida, hanno messo a segno solo un gol ciascuno. Di certo, però, sono fondamentali nel gioco offensivo rossonero. Non è un caso che con il miglioramento del turco ci sia stato il miglioramento di tutto il Milan. Calhanoglu ha tolto un po' di responsabilità a Suso, creando altre soluzioni con la sua imprevedibilità. Oggi cercano entrambi il riscatto, tra l'altro Suso proprio contro il club che lo ha fatto adattare al calcio italiano, restituendo al Milan un giocatore nuovo: il Genoa. Calhanoglu ha detto più volte che il lavoro psicologico di Gattuso sia stato utilissimo, vedremo se il confessionale ha funzionato anche stavolta.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

tutte le notizie di

Potresti esserti perso