Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Roma-Milan 1-2: “Pioli ritrova il suo vecchio Milan” | Serie A News

Franck Kessié (centrocampista AC Milan) celebra la sua rete su rigore in Roma-Milan 1-2 (Serie A 2020-2021) | News (Getty Images)

Roma-Milan, allo stadio 'Olimpico', è terminata 1-2. Prova di forza del Diavolo, in gol con Franck Kessié ed Ante Rebić e dominatore contro i giallorossi

Daniele Triolo

Roma-Milan 1-2: l'analisi del match del 'Corriere della Sera'

"Il 'Corriere della Sera' oggi in edicola ha parlato del successo esterno, 1-2, del Milan sul campo della Roma. Tre punti di fondamentale importanza per i rossoneri di Stefano Pioli, contro una diretta concorrente per un posto in Champions League, sul prato dell'Olimpico che, fino a ieri sera, era l'ultimo campo ancora imbattuto del campionato di Serie A.

"Un calcio ben assestato alla crisi, quello del Milan, che ha portato il suo vantaggio sulla quinta in classifica, proprio la Roma, a 8 punti, praticamente 9 per via dello scontro diretto favorevole ai rossoneri. Il Diavolo ha giocato, specialmente nella prima frazione di gioco, una gara ad alto ritmo e con tanta qualità, costringendo, spesso i giallorossi a difendersi con affanno.

"La Roma è migliorata un po' nella ripresa, fallendo, però, l'ennesimo big match stagionale. Non è un caso, forse, se la squadra capitolina ha totalizzato appena 3 punti su 24 nei precedenti 8 incroci contro le grandi del nostro campionato. Per il 'CorSera', un attestato di mediocrità. Pioli, ieri, ha dominato la gara dell'Olimpico con un pressing forsennato, ma lucido.

"Il Milan nei primi 45' di gioco, avrebbe potuto già chiudere ed archiviare la pratica Roma. Il Diavolo, infatti, avrebbe potuto fare gol in tutti i modi. Di tacco con Zlatan Ibrahimović, con Alexis Saelemaekers dall'altezza del dischetto del rigore, con Simon Kjær che, di testa, ha centrato la traversa. Nel mezzo, due gol annullati (giustamente) per fuorigioco: il primo a Fikayo Tomori, ieri in campo al posto di Alessio Romagnoli, il secondo ad Ibra.

"Il meritato vantaggio è arrivato, però, dagli undici metri. Pestone di Federico Fazio a Davide Calabria 'pizzicato' al V.A.R. da Massimiliano Irrati e penalty logicamente concesso dall'arbitro Marco Guida di Torre Annunziata (NA). Trasformazione di Franck Kessié. Per la Roma, molto poco nei primi 45': un gol giustamente annullato a Henrikh Mkhitaryan per precedente fallo di Gianluca Mancini su Theo Hernández ed un tiro di Lorenzo Pellegrini salvato da Tomori.

"Nella ripresa, quando il Milan ha abbassato un po' il ritmo, la Roma ha pareggiato con Jordan Veretout. Avrebbe potuto essere la svolta del match, ma una percussione di Rebić, che ha lasciato sul posto Mancini, ha subito riportato avanti il Diavolo. Milan che, dopo aver perso per infortunio muscolare Hakan Çalhanoğlu, ha perso poi strada facendo, per lo stesso motivo, anche Ibrahimović e Rebić.

"Guida, poi, ha giudicato non da rigore un contatto, nell'area rossonera, tra Mkhitaryan e Theo ed uno in quella giallorossa tra Rick Karsdorp e Rafael Leão. Vittoria, a conti fatti, giusta e sacrosanta quella del Milan. Il quale, adesso, cercherà di riprendere la marcia laddove l'aveva lasciata prima della gara di La SpeziaIntanto, dalla Spagna, parlano di un 'affare già chiuso' per il Milan del futuro >>>

tutte le notizie di

Potresti esserti perso