Questione Elliott, il Milan è ottimista

Il Milan sta lavorando per rifinanziare al più presto il debito nei confronti del fondo di investimenti statunitense: il punto della situazione

di Daniele Triolo, @danieletriolo

‘La Gazzetta dello Sport’ in edicola questa mattina ha fatto il punto della situazione, oltre che sulla vicenda relativa alla presentazione, da parte del Milan, del piano di rientro spese denominato ‘voluntary agreement‘ presso la sede svizzera della UEFA, anche sulla questione relativa il debito in essere che la società rossonera ha nei confronti del fondo di investimenti statunitense Elliott Management Corporation, senza il cui intervento, lo scorso mese di aprile, la cessione del 99,93% del club di Via Aldo Rossi da Fininvest alla Rossoneri Sport Investments Luxembourg di Yonghong Li non sarebbe stato possibile.

Il Milan, per la ‘rosea’, sta lavorando alacremente per il rifinanziamento del debito: l’obiettivo della società sarebbe quello di coprire l’esposizione ben prima della scadenza prevista da contratto (ottobre 2018). Si parla, come possibile periodo, per quanto piuttosto approssimativo, di aprile 2018: gli interessi, però, resterebbero. Il lavoro svolto da Marco Fassone ed il suo staff con le banche sembrerebbe essere già a buon punto: sul tavolo, un prestito ancora più consistente, da ripagare, però, con scadenze molto più lunghe, ovvero entro il 2023.

Questo perché, secondo le stime del Milan, nel frattempo il valore del club salirebbe, dai 740 milioni spesi da Yonghong Li per il suo acquisto, 7 mesi orsono, a circa 800-900 milioni di euro. Tutti gli indicatori di bilancio dell’ultimo quadrimestre sono in miglioramento, ha evidenziato la ‘rosea’, e da ‘Casa Milan’ si dicono fortemente sicuri della disponibilità economica di Yonghong Li, al punto tale che lunedì, all’ordine del giorno dell’assemblea dei soci del club, c’è un nuovo aumento di capitale da 10-20 milioni di euro. Fin qui, l’imprenditore cinese, ha investito nel Milan quasi un miliardo.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, la sfida di Fassone è far partire il mercato cinese

Milan, Merrill Lynch la banca accreditata per subentrare ad Elliott

Fassone: “Debito con Elliott? Vogliamo estinguerlo in anticipo”

Milan, le modalità del finanziamento del debito con Elliott

L’opinione – “Il rifinanziamento del debito è segno della resa di Yonghong Li”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy