Paradosso Milan: ora deve riadattarsi ad Ibrahimovic | News

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWS – Abituato a giocare tante gare senza Zlatan Ibrahimovic, il Milan ha avuto difficoltà in TIM Cup con lo svedese da centravanti

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic AC Milan

Milan, è tornato Ibrahimovic. Ed il gioco deve nuovamente cambiare

 

ULTIME NOTIZIE MILAN NEWSZlatan Ibrahimovic è tornato. L’attaccante svedese, reduce da quasi due mesi di stop, è rientrato, tra campionato e Coppa Italia, nei due match contro il Torino ed ora si candida per giocare da titolare in Cagliari-Milan di lunedì prossimo. Squalificato Rafael Leão, fermo per il CoVid_19 l’altro attaccante Ante Rebić, spetterà a Ibra guidare l’attacco rossonero in Sardegna.

Il quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola, però, ha evidenziato un particolare. Ovvero che il Milan, senza Ibrahimovic, ha imparato a giocare, molto bene. Ha segnato tanti gol, ha prodotto risultati in serie. Cambiando, di fatto, l’impronta della propria manovra, perché qualsiasi elemento che ha rimpiazzato lo svedese nel ruolo di centravanti, ha caratteristiche fisiche e tecniche diverse da quelle di Ibrahimovic.

E ora, ricollocando Ibra al centro del proprio attacco, il Milan dovrà rapidamente riadattarsi a giocare ponendo il bomber di Malmö al centro del proprio universo offensivo. Contro il Torino, in Coppa Italia, Zlatan ha giocato per 45′. Di fatto, con lui in campo il Milan è sembrato arrancare. Un po’ perché il Milan ha iniziato il match giocando più o meno nello stesso modo degli ultimi due mesi, ovvero cercando poco lo svedese e favorendo la manovra sugli esterni, un po’ perché Ibrahimovic è ancora imballato.

Nella ripresa, uscito il numero 11, la manovra ne ha giovato. Si è fatta più frizzante, incisiva. Il Milan ha colto due pali e ha sfiorato varie volte il gol che avrebbe evitato, di fatto, il ricorso ai tempi supplementari ed ai calci di rigore. Milan, quindi, meglio senza Ibra che con Ibra? No, assolutamente. Ma la squadra di Stefano Pioli, molto rapidamente, a partire da Cagliari, dovrà individuare nuovamente la strada giusta per consentire ad Ibrahimovic di esaltarsi nuovamente e far girare gli altri intorno la sua stella. ESCLUSIVA: Collovati: “Ho tradito il Milan per l’Inter. Lo rifarei”. VAI ALLA NOTIZIA>>>

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy