Verso Lazio-Milan – Milinković-Savić e Çalhanoglu, in crisi eppure imprescindibili

Sergej Milinković-Savić e Hakan Çalhanoglu non stanno vivendo la loro miglior stagione. Simone Inzaghi e Gennaro Gattuso, però, contano su di loro

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna del quotidiano ‘Tuttosport’ ha sottolineato come, in questa stagione, il 23enne centrocampista serbo Sergej Milinković-Savić (Lazio) ed il 24enne fantasista turco Hakan Çalhanoglu (Milan), non stiano rispettando le aspettative. Il primo, per questioni ‘contrattuali’; il secondo, per motivi personali.

Entrambi, però, questo pomeriggio, alle ore 18:00, saranno di fronte allo stadio ‘Olimpico’ di Roma per il big match della 13^ giornata di Serie A. Simone Inzaghi e Gennaro Gattuso, tecnici di Lazio e Milan, non rinunciano, infatti, ai loro giocatori di classe, qualità e fantasia, nonostante il momento non sia dei migliori.

MILINKOVIĆ-SAVIĆ – La scorsa estate, ha ricordato ‘Tuttosport’, Claudio Lotito, Presidente della Lazio, ha rinunciato ad offerte superiori ai 100 milioni di euro (una proveniente anche dal Milan) pur di tenersi stretto il serbo. Il ‘Sergente’, per ora, è rimasto alla Lazio ma fin qui ha steccato. Dopo aver fallito il suo primo Mondiale con la maglia della Serbia, poi, ha continuato a giocare al di sotto del rendimento a cui aveva abituato tutti. Per i più maliziosi, ha sottolineato il quotidiano torinese, sarebbe una specie di ‘auto-svalutazione’ per poi sperare di liberarsi dalla Lazio a prezzi più bassi e migrare, nell’estate 2019, verso un team da Champions League. E nemmeno l’adeguamento dell’ingaggio (salito a 3 milioni di euro) con prolungamento del contratto (fino al 30 giugno 2023) sembra averlo spronato. Lotito continua a coccolarlo nella speranza che possa far valere tutto il suo valore (il giocatore continua a piacere a Milan, Inter, Real Madrid, Atlético Madrid e PSG), ed oggi, contro i rossoneri, potrebbe arrivare l’occasione per il suo rilancio.

ÇALHANOGLU – Dopo aver trascinato, nella passata stagione, il Diavolo in Europa League con 8 reti e 13 assist in 45 partite, quest’anno a Milanello e dintorni hanno ammirato soltanto il lontano parente di quel giocatore. Per il turco, ex Bayer Leverkusen, è stato un periodo molto turbolento dal punto di vista personale, con la dolorosa separazione dalla moglie, attraverso reciproche accuse lanciate sui social, che ora sembra ricomposta. In più, spesso è stato mandato in campo da Gattuso in condizioni non propriamente ottimali, giacché Çalhanoglu, sin dal derby di Milano, gioca con un problema al collo del piede. Per chi, come lui, fa della balistica, del lancio, del tiro in corsa e da fermo le sue armi migliori, di certo non è la situazione ideale. Considerato incedibile in estate, ora, per ‘Tuttosport’, Çalhanoglu potrebbe persino partire dinanzi un’offerta ritenuta congrua dalla società rossonera. Soprattutto se dovesse arrivare Zlatan Ibrahimović, gli spazi per lui potrebbero ridursi di molto …

MA A CHE PUNTO È LA TRATTATIVA PER IL RITORNO DELL’ATTACCANTE SVEDESE A MILANO? CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy