Udinese-Milan, le pagelle rossonere: Romagnoli bomber e capitano vero

Alessio Romagnoli, al secondo gol consecutivo, migliore in campo nella fila del Milan alla ‘Dacia Arena’: voti e giudizi de ‘La Gazzetta dello Sport’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Ieri sera, alla ‘Dacia Arena’ di Udine, vittoria thrilling per il Milan in casa dell’Udinese di Júlio Velázquez (clicca qui per rivivere il nostro live): 1-0, al 97’, firmato dal capitano, Alessio Romagnoli, al suo secondo gol-vittoria consecutivo in pochi giorni.

Proprio Romagnoli è stato premiato, dall’edizione odierna de ‘La Gazzetta dello Sport’, come migliore in campo nella fila rossonere. Il numero 13 è stato premiato con un 7,5 in pagella così motivato: “Siamo così sicuri che a gennaio serva davvero Zlatan Ibrahimović? Se c’è una partita mezza storta, che non si riesce a raddrizzare, basta bussare alla sua porta. Due gol da sei punti dopo il 90’: il Milan che aggancia e mantiene il quarto posto passa dalla folle ispirazione del suo capitano”.

Voto 7, invece, per Samu Castillejo, entrato in campo nella prima frazione di gioco al posto dell’infortunato Gonzalo Higuaín: “Si dimostra all’altezza – ha scritto la ‘rosea’ -: sfiora il gol, supera in scioltezza gli avversari e dà pepe al Milan”. Quindi, una buona serie di voti ben oltre la sufficienza. Come, per esempio, il 6,5 per il tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, così motivato: “C’era un Milan che giocava bene ma non accendeva la testa e non riusciva a vincere. Ora lo scenario è tornato più verosimile: c’è un Milan meno brillante ma più cattivo fino all’ultimo secondo di recupero. Altra vittoria in piena emergenza: prova di carattere, servirà anche contro Betis e Juventus”.

Medesimo voto del mister, 6,5 anche per Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma (“Confortante sicurezza tra i pali”), Franck Kessié (“La sfida ivoriana con Seko Fofana lo vede assoluto vincitore”), Jesús Suso (“Si divora un gol colossale, ma è glaciale nell’azione finale del gol”) e Patrick Cutrone (“L’azione del gol inizia a svilupparla lui”). Quindi, le sufficienze, voto 6, per Ignazio Abate, Ricardo Rodríguez, Tiémoué Bakayoko, Diego Laxalt, lo stesso Higuaín e Fabio Borini.

Ha preso 6 in pagella anche il difensore colombiano Cristián Zapata, preferito a Mateo Musacchio, ed autore di una buona prova. Per ‘La Gazzetta dello Sport’, però, è definibile come ‘il peggiore in campo’ nel Milan perché, sebbene non commetta errori marchiani, viene sistematicamente saltato da Ignacio Pussetto.

PER CONOSCERE, NEL FRATTEMPO, LE CONDIZIONI FISICHE DELL’ACCIACCATO ‘PIPITA’ HIGUAÍN, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy