Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, Scaroni avvisa Gattuso: “Bisogna arrivare in Champions League”

Paolo Scaroni, presidente del Milan (credits: GETTY images)

Paolo Scaroni, presidente del Milan, alla festa del settore giovanile rossonero avverte Gattuso e la squadra: il club ha bisogno della Champions

Salvatore Cantone

Come viene evidenziato dalla Gazzetta dello Sport, ieri c'è stata la festa del settore giovanile del Milan e tra i presenti c'era Paolo Scaroni. Il presidente rossonero, ha spiegato ai bambini presenti come sia importante arrivare al quarto posto in classifica, che significherebbe Champions League: "Come va il Milan? Così e così - risponde ai bambini presenti -. Voi sapete che cosa significa essere quarti? Ecco, questa è la cosa più importante, perché noi abbiamo bisogno che il Milan torni in Champions. Siamo quarti, se siamo capaci di rimanere lì a me basta, e penso basti anche a voi".

MONITO - Le parole del presidente sono sembrate un vero e proprio monito per la squadra, che deve assolutamente centrare l'obiettivo Champions League. Elliott ha sempre dichiarato la necessità di arrivare tra i primi quattro in questo campionato, anche perchè si preannuncia una nuova battaglia con l'Uefa e soprattutto arrivare al pareggio di bilancio in tre anni senza gli introiti della Champions sarebbe davvero proibitivo. Massima concentrazione dunque per gli uomini di Gattuso, che devono tornare alla vittoria dopo i due pareggi contro Torino e Bologna.

STADIO - Scaroni, inoltre, ha parlato dell'ipotesi nuovo stadio: "Una delle cose di cui mi occupo – ha risposto Scaroni a chi gli chiedeva cosa fa un presidente – è il nuovo stadio del Milan, perché pensiamo di farlo. E pensiamo di farlo assieme all’Inter. Gazidis? Abbiamo un nuovo a.d. che di calcio sa tutto, questo gruppo di giovani lo rincuora moltissimo sulla forza del Milan in Italia e a Milano".

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

"SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

tutte le notizie di

Potresti esserti perso