Milan, quanto è difficile essere Donnarumma …

Errore nel derby, prodezza contro il Genoa: all’Inferno o in Paradiso, Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma sempre in discussione. Il punto sul giovane portiere

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport – Stadio’ ha dedicato un focus alla situazione che vive, attualmente, Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma, 19enne portiere del Milan, sempre in bilico tra Inferno e Paradiso. Il numero 99, infatti, è sempre al centro dei riflettori, nell’occhio del ciclone, puntualmente, per ogni minimo errore e mai celebrato in maniera adeguata quando, al contrario, compie delle prodezze degne del suo enorme talento.

Ciò che è successo negli ultimi 10 giorni, per esempio, ha sottolineato il ‘CorSport’, è l’esatta fotografia di quello che sta accadendo a Donnarumma: nel derby contro l’Inter, seppur con la compartecipazione di Mateo Musacchio, Ignazio Abate ed Alessio Romagnoli, la sua uscita scriteriata sul cross di Matias Vecino è costata il gol di Mauro Icardi, al 93’, decisivo per la sconfitta del Diavolo.

Poi però, contro il Genoa, nel finale di gara del recupero di campionato a ‘San Siro’, con il punteggio fermo sull’1-1, ha compiuto un prodigio impedendo a Darko Lazović di portare il Grifone in vantaggio. Un intervento, suo malgrado, messo in secondo piano dal pallonetto vincente di Romagnoli nel recupero. Insomma, per il quotidiano romano ci vorrebbe, nei suoi confronti, una maggiore equità di giudizio, soprattutto perché si ha l’impressione che il ragazzo ‘paghi’ colpe antiche.

Su di lui, pesa il fardello del contratto da 6 milioni di euro, quello del fratello Antonio (1 milione a stagione), il fatto che abbia scelto come procuratore Mino Raiola. Lui, però, in questi anni, ha sempre dimostrato il suo attaccamento al Milan, ai colori del club ed anche alla tifoseria. La quale, spesso, non gli ha perdonato nulla, inducendolo, magari, in qualche errore di troppo. Avesse intorno maggiore tranquillità e serenità, forse, farebbe anche meno errori.

Il ‘CorSport’, comunque, ha evidenziato come Donnarumma sia difeso, in continuazione ed a spada tratta, dal tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, il quale, nonostante l’arrivo in estate di Pepe Reina, non ne ha mai messo in discussione né il valore né il ruolo da titolare, spronandolo a dare sempre il meglio di sé ed a ‘rubare’ qualche trucco del mestiere dal più esperto collega. Stessa sensibilità dimostrata da Leonardo e Paolo Maldini, che hanno riallacciato un sereno dialogo con Raiola.

QUESTI CONTATTI TRA RAIOLA E LA DIRIGENZA ROSSONERA POTREBBERO RIPORTARE A MILANO ZLATAN IBRAHIMOVIĆ. PER LE ULTIME SULLO SVEDESE, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy