Higuaín, la presenza di Cutrone ti fa bene: i progressi del ‘Pipita’

Gonzalo Higuaín, autore di una rete in Milan-Sampdoria, ha beneficiato della presenza del compagno di reparto per essere più libero ed incisivo

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il quotidiano ‘Tuttosport’ in edicola questa mattina ha analizzato, nei numeri, la prestazione offerta dal 30enne numero 9 argentino del Milan, Gonzalo Higuaín, domenica pomeriggio a ‘San Siro’ contro la Sampdoria (clicca qui per rivivere il live della partita).

Il ‘Pipita’, autore del gol del momentaneo 2-2 rossonero, aveva toccato 49 palloni complessivi nelle due gare precedenti, 25 contro l’Inter e 24 contro il Betis, coincise, però, con altrettante sconfitte del Diavolo e non era mai riuscito a rendersi pericoloso.

Contro i blucerchiati, invece, approfittando della presenza in campo di Patrick Cutrone, e giovandosi, dunque, del passaggio dal 4-3-3 al 4-4-2, Higuaín, di palloni, ne ha toccati ben 51, il suo massimo in stagione, risultando maggiormente al centro del gioco, più ‘vivo’ e servito dai compagni. L’ex Napoli e Juventus non è rimasto isolato in avanti e ha avuto a disposizione maggiori spazi per esprimersi.

Il risultato? Un gol, il suo quinto in campionato, settimo totale tra Serie A ed Europa League, arrivato proprio grazie all’assist del giovane compagno di reparto. Se son rose, fioriranno.

CUTRONE, DAL CANTO SUO, DIMOSTRA QUASI VENERAZIONE NEI CONFRONTI DEL PIÙ ESPERTO COMPAGNO. PER LE SUE PAROLE, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy