Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, Gattuso fa ‘mea culpa’ ma si gioca la conferma

Gennaro Gattuso, allenatore del Milan (credits: GETTY images)

Cambi di modulo continui e gestione delle gare i ‘nodi’ principali del difficile momento del Milan e soprattutto del suo allenatore, Gennaro Gattuso

Daniele Triolo

"L’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport - Stadio’, nei suoi approfondimenti sul Milan, oltre ad aver analizzato i giocatori sotto esame da qui a fine stagione, ha spiegato anche come il tecnico rossonero, Gennaro Gattuso, si giochi la conferma sulla panchina nei prossimi mesi.

"A Gattuso, ha sottolineato il ‘CorSport’, va riconosciuta grande onestà: dopo la sconfitta di Atene contro l’Olympiacos, infatti, l’allenatore milanista ha fatto immediatamente ‘mea culpa’, addossandosi le responsabilità di una disfatta epica e tirando in ballo arbitro ed ambiente ostile soltanto successivamente.

"Gattuso non si è nascosto neanche in occasione delle critiche per la sostituzione di Patrick Cutrone con Diego Laxalt, ammettendo di aver sbagliato il cambio. Ciò, però, è accaduto in occasione di ogni sconfitta del Diavolo, o di ogni prestazione negativa e, ha evidenziato il quotidiano romano, i discorsi del tecnico ormai sono sempre gli stessi.

"Ovvero, quelli di una squadra che si fa travolgere nelle situazioni di maggiore tensione e/o pressione. In quei frangenti, infatti, il Milan subisce e quasi mai reagisce. I numeri, in campionato, sono dalla parte di Gattuso, ma è anche normale constatare come la squadra abbia evidenti limiti di personalità, e come vada sempre incontro agli stessi errori ed alle stesse difficoltà.

"‘Acuite’ dal fatto di avere tanti giocatori fermi ai box per infortunio. Qualcosa, ha rimarcato il ‘Corriere dello Sport - Stadio’, evidentemente non funziona nella trasmissione tra Gattuso ed il suo gruppo. Ed emblematica, in tal senso, è stata la denuncia dell’allenatore sull’atteggiamento dei suoi in allenamento nelle prove sui calci piazzati.

"Cambi e gestione delle gare, dunque, sarebbero al momento i ‘capi principali’ dell’accusa a Gattuso. Il tecnico, ha concluso il ‘CorSport’, non è a rischio, così come invece lo era stato ad ottobre, nei giorni tra il derby con l’Inter e lo scontro di ritorno in Europa League contro il Betis, ma cominciano ad addensarsi nubi, scure ed inquietanti, sulla sua testa. Senza la qualificazione in Champions League, il destino di Gattuso sarebbe segnato.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

tutte le notizie di

Potresti esserti perso