Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Montella, primo assist ai cinesi: “Gigio, resta con noi”

Vincenzo Montella, tecnico del Milan (credits: GETTY Images)

Montella ieri in conferenza ha suggerito a Donnarumma di non lasciare il Milan. Non ha avuto rapporti, però, con la futura proprietà. Oggi la Fiorentina.

Stefano Bressi

Sente una sola campana, Vincenzo Montella. L'Aeroplanino si affida esclusivamente ad Adriano Galliani, senza aver ancora intrapreso alcun tipo di rapporto con i cinesi e la futura dirigenza. Dice che avrebbe fatto confusione. L'obiettivo di tutte le parti, però, è comune: il bene del Milan. Ecco perché Montella ha fatto già un primo favore a chi verrà, sul tema forse più caldo, scrive il Corriere della Sera. Il tecnico rossonero ieri nel corso della conferenza stampa ha suggerito a Gianluigi Donnarumma di restare in rossonero, così da poter vincere il Pallone d'Oro, visto che il Milan è un club da sempre abituato a vincere. Tutto ciò denota una certa fiducia nel futuro. Per tornare a vincere, però, bisogna tornare in Europa e stasera contro la Fiorentina il Milan si gioca molto. Finora negli scontri diretti il Milan ha sempre pareggiato, tranne all'andata con la Lazio quando è arrivata la vittoria. Montella dice che non è decisiva, ma forse lo fa per mantenere l'ambiente sereno. A chi gli suggerisce di usare cartelli come Stefano Pioli, lui risponde che al Milan si potrebbero usare i trofei. In campo tornerà Carlos Bacca, mentre in cabina di regia ci sarà Josè Sosa. Al fianco di Gabriel Paletta, invece, Gustavo Gomez.

Montella lavora sodo e si augura ovviamente di poter continuare a farlo anche il prossimo anno. Sa che molto dipenderà dai risultati ottenuti e, forse, anche da chi ci sarà. Con Galliani i rapporti sono ottimi e quotidiani, un po' meno con Silvio Berlusconi. L'allenatore campano ha sottolineato che comunque il patron gli ha spesso fatto anche tanti complimenti, mentre i confronti sono sempre ben accetti e qualche consiglio l'ha anche ascoltato. Silvio spera di continuare a poter dire la sua anche dopo il closing, ma se ciò non dovesse essere possibile potrebbe anche rinunciare al ruolo di presidente onorario. Non ha ancora deciso, intanto, se oggi sarà a San Siro per la sua ultima gara casalinga. La squadra, comunque, nei prossimi giorni andrà a salutarlo. Ormai ci siamo, al Milan si chiude un'era.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

"SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

Potresti esserti perso