Milan, un flop Mondiale: i giocatori rossoneri mancati protagonisti in Russia

Le delusioni sono tante per i giocatori del Milan presenti con le proprio nazionali in Russia, tra eliminazioni precoci e flop inattesi

di Luca Chierico

Il Milan guardava al Mondiale come una possibilità di rivalutare alcuni giocatori sul mercato, dopo la non qualificazione dell’Italia che ha lasciato a casa i vari Gianluigi Donnarumma, Leonardo Bonucci, Alessio Romagnoli e Giacomo Bonaventura, praticamente certi della maglia azzurra. Ci hanno pensato gli altri nazionali a deludere i tifosi e la dirigenza del Milan.

Come ricorda Tuttosport, il flop dei rossoneri al Mondiale inizia con Lucas Biglia, centrocampista dell’Argentina, una delle nazionali favorite per la vittoria finale. Dopo il deludente match d’esordio contro l’Islanda, terminato 1-1, in cui ha giocato 54 minuti partendo nella formazione titolare, Biglia non ha più visto il campo e ha dato l’addio alla nazionale dopo l’eliminazione contro la Francia. Passando al reparto attaccanti, su André Silva erano state riposte aspettative molto alte, visto il buon feeling con il gol che ha sempre avuto con la Nazionale. Incapace di sfruttare la chance da titolare datagli contro l’Iran, ad André Silva sono stati poi concesso solo scampoli di match fino alla partita con l’Uruguay che ne ha segnato l’eliminazione dal Mondiale del suo Portogallo.

Peggio ha fatto Nikola Kalinic, che è stato rispedito a casa dal ct della Croazia, Zlatko Dalić, per essersi rifiutato di entrare in campo nei minuti finali della partita contro la Nigeria, lamentando un problema alla schiena. Nonostante la stagione deludente Kalinic ha ancora mercato e l’Atletico Madrid è convinto a provare l’assalto per portarlo alla corte di Simeone.

L’unica nota positiva di questo Mondiale arriva da Ricardo Rodriguez, eliminato ieri dalla Svezia, ma reduce da buone prestazioni che potrebbero aver portato nuovi estimatori del giocatore a tentare di portarlo via dal Milan. L’esterno svizzero, che non ha del tutto convinto i tifosi e la dirigenza durante l’anno, non è sicuro di rimanere anche il prossimo anno, come ha confermato il suo procuratore Gianluca Di Domenico: ”Se arrivasse da un top club europeo, sarebbe stolto a non valutarla. E lo stesso farà il Milan”. Intanto i rossoneri hanno ufficializzato il terzino che potrebbe sostituire lo svizzero.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy