Milan, si apre l’era Elliott: arriva Leonardo, pronti 150 milioni

Ieri è iniziata ufficialmente l’era Elliott per il Milan: nuovo cda, Paolo Scaroni come presidente e l’addio di Fassone sono state le prime mosse

di Luca Fazzini, @_lucafazzini

Intorno alle dieci della mattinata di ieri, il Milan ha ufficializzato il nuovo proprio corso, lasciandosi alle spalle la gestione cinese e assistendo al discorso del nuovo presidente Paolo Scaroni: “Per me questa nomina è un grande onore, perchè sono un tifoso milanista”. Come riporta l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, l’assemblea dei soci di ieri ha approvato le delibere proposte da Elliott: la costituzione di un nuovo CdA, la carica di presidente affidata a Scaroni e la rimozione di Marco Fassone dal ruolo di amministratore delegato. Un addio arrivato dopo un tentativo di separazione consensuale probabilmente non andato a buon fine.

E’ bastato un intervento di pochi minuti alla rappresentante di Rossoneri Sport Investment Lux per presentare le delibere: revoca del mandato ‘per giusta causa’ dei quattro membri cinesi del CdA, tra cui Yonghong Li e David Han Li. Inoltre, pesano le ‘recenti iniziative assunte e le dichiarazioni pubbliche rilasciate da Li Yonghong che ledono l’immagine e la stabilità della società’. Nelle cause della separazione con Fassone, invece, ecco ‘le modalità con cui ha gestito, comunicato e modificato i contratti regolanti i propri rapporti con la società’ e ‘le responsabilità dell’a.d. nella predisposizione dei piani e dei documenti previsionali rispetto alla struttura concernente il mercato cinese’. Elliott, dunque, non vuole riconoscere una buonuscita a Fassone: facile, dunque – come scrive la Rosea – che si andrà per vie legali.

Il Milan, intanto, accoglie il suo nuovo CdA, in carica fino a giugno 2020: rimane in carica – oltre a Scaroni – anche Marco Patuano, a cui si aggiungono Franck Tuil, Giorgio Furlani, Stefano Cocirio, Alfredo Craca, Salvatore Cerchione e Gianluca D’Avanzo. La nuova proprietà sembra essere disposta ad investire fra i 100 e i 150 milioni nei prossimi mesi, di cui 50 subito. Nel primo pomeriggio, invece, ecco il comunicato, in cui si legge che ‘il Consiglio si riunirà a breve per riesaminare un nuovo business plan per il club, che presenti un chiaro percorso per riconquistare lo status da Champions League. Il Consiglio esaminerà anche un nuovo budget per il club. L’obiettivo è rafforzare la squadra, in conformità con le norme Uefa del FFP. Elliott ha già espresso il suo forte sostegno al club, con un aumento di capitale previsto di 50 milioni di euro’.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy