Milan, Reina fa tornare il sorriso a Gigio: e se rimanessero tutti e due?

L’effetto Pepe Reina ha giovato in maniera positiva a Gigio Donnarumma apparso più sereno in questi giorni: e se le valigie non le facesse nessuno?

di Alessio Roccio, @Roccio92

E’ come quando da piccolo si faceva il gioco della sedia. Quando si fermava la musica ognuno doveva cercare di sedersi il prima possibile, evitando di rimanere in piedi ed essere eliminati. Questa è stata per un mese la situazione – almeno sui giornali – che abbiamo vissuto riguardo la concorrenza in casa Milan tra due portieri top come Gigio Donnarumma e Pepe Reina.

Le voci di mercato non sono mancate e probabilmente non mancheranno fino all’ultimo giorno (17 agosto), ma resta il fatto che la permanenza di entrambi i portieri a Milanello non è assolutamente utopia. Anzi. Giorno dopo giorno l’idea che sia Donnarumma – forse per mancanza di offerte realmente concrete – che Reina possano difendere nella stagione che sta per partire i pali della porta rossonera non è più così impossibile.

Un pensiero su cui molti tifosi, e non solo, erano scettici fin da quando a marzo si iniziò a parlare del passaggio dell’ex portiere del Napoli in rossonero a parametro zero. “Ecco, l’arrivo di Reina causerà certamente la cessione di Donnarumma”, pensarono quasi tutti quando a inizio luglio venne ufficializzato dal Milan l’estremo difensore spagnolo. Eppure, a poco più di due settimane dal termine del calciomercato i due portieri sono ancora lì, ad allenarsi e a scherzare insieme.

L’effetto che ha causato l’arrivo di Reina nel gruppo rossonero – come riporta il ‘Corriere dello Sport’ – è stato assolutamente positivo e forse inaspettato. Invece che creare attriti o veleni per una concorrenza spietata, l’approdo negli USA dello spagnolo ha sollevato Gigio di molte pressioni, che nell’ultima stagione in parecchie circostanze lo hanno letteralmente schiacciato nonostante i suoi 196 centimetri.

Del resto Pepe è sempre stato uomo spogliatoio, sia al Napoli che nella nazionale spagnola nonostante non fosse quasi mai schierato in campo. Indimenticabile lo show che fece durante i festeggiamenti di Madrid dopo la vittoria del Mondiale del 2010. La musica, dunque, si spegnerà il 17 agosto, ma non è detto che rimarrà soltanto una sedia: forse, per una volta, a vincere saranno in due. Starà a Gattuso riuscire a stabilire una gerarchia che non causi problemi all’interno dello spogliatoio. Il tecnico ha parlato questa notte in occasione del secondo impegno di ICC: ecco QUI le sue parole.

SEGUICI SUFacebook /// Triterà /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy