Milan, regole ferree sul mercato: i giocatori non si svendono più

Cambiata la dirigenza, cambiate le regole in casa Milan: ora i calciatori vengono lasciati partire soltanto alle condizioni dettate dai rossoneri

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Come evidenziato dall’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport – Stadio’ in casa Milan, con l’avvento della nuova dirigenza, sono sono state dettate linee di pensiero e di condotta ben precise che scoraggiano altri club a tentare l’assalto ai giocatori rossoneri in uscita.

Rispetto il recente passato, infatti, quando i giocatori venivano spesso concessi in prestito gratuito, oppure ceduti a titolo definitivo con buonuscita, se non, addirittura, regalando loro la lista gratuita dopo averli pagati a peso d’oro o quasi, adesso il Milan non svende più i suoi calciatori, nemmeno quelli in esubero, dettando le condizioni per la felice riuscita delle operazioni di mercato.

Da Gabriel a José Mauri, passando per Gabriel Paletta e Gustavo Gómez, non fa eccezione nessuno: tutti vengono trattati allo stesso modo e, qualora le richieste del Milan non vengano soddisfatte, il calciatore deve mettersi l’anima in pace. Ma anche per gli agenti la musica è cambiata: stop alle commissioni selvagge, ma, ha sottolineato il ‘CorSport’, soltanto il 5% di commissione che spetta loro e nessun altro tipo di bonus.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Zanellato al Crotone: altro talento ceduto per fare cassa

Gustavo Gómez: pace fatta con l’agente, ma è chiusa la pista Boca Juniors

Tutte le nostre news di calciomercato

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy