Milan, ora si sogna: Benzema e de Vrij

Karim Benzema del Real Madrid con l’ex Pierre-Emerick Aubameyang per l’attacco del nuovo Milan. Poi Stefan de Vrij e, in mezzo, Cesc Fábregas

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Quattro colpi da sogno per il Grande Milan ‘made in China’. Ne è fortemente convinto il ‘Corriere dello Sport – Stadio’, che, questa mattina, ha spiegato quale sarebbe, a suo avviso, la strategia del nuovo management rossonero sul mercato estivo. Ieri, in conferenza stampa, il nuovo amministratore delegato Marco Fassone ha parlato della volontà di inserire, su un’ottima base di italiani che il Milan già possiede, “uno o due profili di altissimo livello”. La sensazione diffusa, però, è che con un budget da almeno 130 milioni di euro, più i proventi ricavati dalle cessioni di qualche giocatore (Mattia De Sciglio? Carlos Bacca?) i tifosi del Diavolo possano ambire ad un super organico.

Meglio, magari, come ribadito da Fassone, se in Europa League, torneo che consentirebbe al Milan di tornare a respirare aria di sfide internazionali in vista del ritorno in Champions League che la nuova società vorrebbe centrare nel 2018. Il ‘CorSport’ ha sottolineato come il Milan voglia almeno un grande attaccante: i nomi sono sempre quelli di Karim Benzema, classe 1987, del Real Madrid, e dell’ex Pierre-Emerick Aubameyang, classe 1989, del Borussia Dortmund. Se il secondo, il prescelto in casa Milan, andasse alla ‘Casa Blanca’, i rossoneri si butterebbero sul francese, a quel punto in uscita dal club di Florentino Pérez.

In difesa, al contempo, per il quotidiano romano sarebbero in calo le quotazioni di Mateo Musacchio, argentino con passaporto italiano, classe 1990, reduce da una stagione non proprio brillante al Villareal. Ecco perché il Milan avrebbe già sondato la Lazio per l’olandese Stefan de Vrij, 1992, contratto in scadenza nel 2018 e acquistabile per 20-25 milioni di euro. Claudio Lotito, Presidente del sodalizio biancoceleste, vorrebbe venderlo all’estero, ma Fassone e Mirabelli vogliono fare un tentativo concreto.

In mezzo al campo, il nome ‘caldo’ resta sempre quello dello spagnolo Cesc Fábregas, 1987, in forza al Chelsea (ma occhio all’alternativa Luiz Gustavo, suo coetaneo, brasiliano del Wolfsburg), anche se, ha concluso il ‘Corriere dello Sport – Stadio’, prima di andare a concludere per qualcuno di questi grandi giocatori bisognerà dapprima affrontare la questione rinnovi di contratto (Gianluigi Donnarumma, Suso), ed il riscatto di alcune colonne di questo Milan (Mario Pašalić, Gerard Deulofeu), in prestito secco e per i quali, oltre alla loro volontà, sarà decisiva la scelta di Vincenzo Montella.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Calciomercato, tutti gli obiettivi del nuovo Milan

Fassone: “Parleremo con i fatti”. Montella e Donnarumma intoccabili

Yonghong Li si presenta: “L’amore per il Milan mi ha spinto a chiudere”

Albertini: “Io al Milan? Un sogno. Fassone ha il mio numero …”

Han Li su Donnarumma e Champions League

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy