Milan, obiettivo rifinanziamento del debito entro aprile

Il Milan, in questo periodo, lavora sul fronte societario per sistemare la questione debito con il fondo Elliott: la strategia di Marco Fassone

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna del quotidiano ‘Tuttosport’ è tornato a parlare della questione del rifinanziamento del debito in essere di Rossoneri Sport Investments Luxembourg e A.C. Milan S.p.A. con il fondo di investimenti statunitense Elliott Management Corporation, contratto nell’aprile 2017 ai fini dell’acquisizione del club da Fininvest, del valore di 383 milioni circa interessi compresi.

Tale cifra andrebbe restituita ad Elliott, come ormai noto, entro ottobre di quest’anno, ma il Milan vuole accelerare i tempi: l’obiettivo dell’amministratore delegato della società di Via Aldo Rossi, Marco Fassone, è quello di chiudere l’operazione entro aprile, per poi poter soddisfare le richieste della UEFA in fase di settlement agreement.

La vicenda del rifinanziamento del debito, ha evidenziato il quotidiano torinese, ha compiuto passi in avanti: giovedì sera, infatti si è svolta una riunione operativa in pieno centro a Milano tra il direttore esecutivo del Milan, David Han Li, che è anche braccio destro del proprietario e Presidente Yonghong Li, l’A.D. Fassone e due componenti del Consiglio d’Amministrazione milanista, ovvero l’avvocato Roberto Cappelli e il manager Marco Patuano.

All’appuntamento era presente anche Franco Carlo Papa, Presidente del consiglio Sindacale della società. La sua presenza è legata alla parte finanziaria del Milan e, ovviamente, al rifinanziamento del debito con Elliott. Il Milan, al momento, ha incaricato la banca americana Merrill Lynch di trovare il giusto finanziatore, o anche più soggetti, per saldare Elliott e tirare fuori il club dalle sabbie mobili: la società lavora sodo, l’auspicio è che si ottengano risultati a breve giro di posta.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, per il rifinanziamento del debito Fassone gioca su più tavoli

Scaroni su Elliott: “Singer non vuole diventare il presidente del Milan”

Scaroni a TL: “Senza rifinanziamento, il Milan verrà ceduto al miglior offerente”

Milan, nessuna proroga da Elliott. Fassone cerca altri finanziatori

Rifinanziamento, Fassone in Cina e settlement agreement: il 2018 del Milan

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy