Milan, Maldini indica la via

Maldini, eterno capitano e attuale dirigente rossonero, ha parlato delle difficoltà attuali della squadra, che deve maturare e leggere i momenti.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Lo stadio in cui ha giocato ieri il Milan all’esordio contro il Dudelange non è uno stadio qualsiasi per Paolo Maldini, presente come sempre in tribuna. Si tratta infatti dello stadio della nazionale del Lussemburgo, dove l’eterno numero 3 ha fatto il proprio esordio da titolare con la maglia dell’Italia. Ieri è stato un altro esordio, ma da dirigente, per la prima volta in un match europeo. L’Europa League per Paolo deve essere considerata una cosa serie: il Milan non l’ha mai vinta, può portare in Champions League e soprattutto può far crescere la mentalità vincente che ancora manca a questa rosa. Già, perché secondo Maldini le difficoltà principali della squadra sono legate alla giovane età e alla poca esperienza: il Milan non sa leggere al meglio i momenti della gara e non riesce a soffrire nei momenti in cui c’è bisogno di farlo per poi venire fuori. Per trasmettere certi valori, le figure dello stesso Maldini e di Leonardo saranno fondamentali.

Il terzo elemento dirigenziale, seppur non ufficialmente, è Kakà. Il brasiliano ieri sui social ha fatto sentire la propria vicinanza prima della gara. Nel frattempo, si pensa già alla seconda partita del girone, quella contro l’Olympiacos a San Siro il 4 ottobre. I biglietti per gli abbonati sono già in vendita. La vendita libera inizierà invece il 26 settembre. Nel frattempo, scrive La Gazzetta dello Sport, la UEFA ha ripreso in esame il caso del Milan…

++ Guarda Gratis per un mese DAZN!! CLICCA QUI ++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy