Milan, linea verde: dopo Romagnoli tocca a Cutrone

Due giorni fa ha rinnovato il difensore centrale, a breve è prevista la firma di Cutrone. I rossoneri restano la squadra con l’età media più bassa.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Il tasso di disoccupazione dei giovani tra i 15 e i 24 anni a Milano è sceso di 7 punti, forse anche grazie al Milan, squadra italiana che punta decisamente sui giovani e a breve annuncerà che un altro ragazzo, classe 1998, entrerà a far parte del gruppo dei milionari. Entro pochi giorni, infatti, Patrick Cutrone dovrebbe firmare il rinnovo di contratto fino al 2023. Già raggiunto un accordo di massima, ovviamente con ritocco dello stipendio. Il giovane attaccante già qualche mese fa aveva rivisto il suo stipendio e il suo contratto, ma la scelta del Milan non sorprende…

I rossoneri, infatti, stanno attentissimi ai propri giovani. Due giorni fa, Alessio Romagnoli si è ufficialmente legato al Milan fino al 2022. Sembra una data lontanissima, scrive La Gazzetta dello Sport, ma quell’anno Romagnoli avrà ancora solo 27 anni… Un segnale importante da parte del Milan, con un giocatore che nell’ultimo anno ha alzato notevolmente l’asticella e che piaceva a tantissimi top club, ma ha preferito il Milan. Rossoneri che intanto programmano anche il mercato, con ritocchi d’esperienza come richiesto da Gennaro Gattuso. Ma esperto non significa anziano, l’ha detto più volte Rino. Così Massimiliano Mirabelli continua a cercare profili giovani. Si attende la sentenza della UEFA, ma intanto i contatti sono avviati e i nomi sono quelli di Alvaro Morata, Timo Werner, Memphis Depay… Tutti tra i 22 e i 25 anni. Poi magari si arriverà a Falcao, che di anni ne ha 32, ma sarebbe una piccola eccezione.

Eppure la necessità di ringiovanire non c’è, visto che nell’ultimo anno il Milan è stata la squadra più giovane del campionato, con un’età media di 25 anni e 164 giorni. Inoltre, sei delle otto formazioni più giovani schierate in campionato sono state del Milan. Già alla prima giornata, a Crotone, l’età media era di meno di 24 anni; fino all’ultima con la Fiorentina, quando l’età media era invece poco più di 24. Di solito un’età media del genere la si vede in squadre di media/bassa classifica, non in grandi club ambiziosi. E infatti i giovani danno e tolgono e nel corso dell’anno hanno alti e bassi, spesso non sono pronti… Il Milan ha pagato più volte queste lacune. Non è un caso che Juventus e Napoli siano penultima e quartultima per età media. Anche Inter e Roma, arrivate in Champions League, sono negli ultimi sette posti di questa speciale classifica. Bisogna trovare un equilibrio, magari aspettando chi è stato acquistato la scorsa estate. Per esempio André Silva, che ha solo 22 anni, anche se per qualcuno è già un caso perso. Hakan Calhanoglu negli ultimi mesi è sembrato un veterano, ma di anni ne ha solo 24. Franck Kessie ne compirà 22 a fine anno. Ma anche Suso, leader della squadra, ma classe 1993. Per non parlare del gruppo degli italiani…

La nazionale azzurra, in futuro, potrebbe dipendere dalle sorti del Milan. Si va da Gianluigi Donnarumma, classe 1999, a Cutrone, classe 1998; si passa per Andrea Conti (1994), Davide Calabria (1996), Manuel Locatelli (1998). Alcuni di loro sono già nella Nazionale maggiore, altri ancora in Under 21, ma salvo sorprese il futuro sarà il loro. In modo particolare, il Milan sembra avere il brevetto sui terzini, da un po’ di anni: ha cresciuto Mattia De Sciglio e Matteo Darmian, ha Calabria e ha comprato Conti; con Bellanova ha il 2000 più interessante e nell’Italia Under 17 campione d’Europa il numero 2 era Barazzetta, classe 2001 rossonero. Pochi giorni fa gli Under 16 del Milan hanno vinto il campionato. Insomma, il rinnovo di Cutrone è perfettamente in linea con la filosofia rossonera. L’obiettivo è raggiungerlo entro pochi giorni, prima che Mirabelli parta per la Russia. Non sarà un contratto multimilionario e non ci saranno clausole, sarà l’ennesimo segnale. E quando un ragazzo diventa importante, un ragazzino si allena di più per coltivare i propri sogni.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Bianchessi: “Cutrone, il prossimo anno sarà il più difficile”

SONDAGGIO PM – Qual è il gol più bello di Cutrone?

De Vecchi: “Il pressing di Cutrone spaventava i difensori”

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy