Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

Milan, i tifosi stanno con Gattuso: zero alibi per i calciatori

Il Milan festeggia dopo un gol (GETTY Images)

I sostenitori rossoneri si schierano dalla parte del proprio tecnico: i giocatori del Milan, ora, sono chiamati ad una reazione per salvare la stagione

Daniele Triolo

"Domani sera, alle ore 20:45, Gennaro Gattuso, dopo i due impegni esterni contro Benevento in campionato e Rijeka in Europa League, farà il suo esordio a San Siro come allenatore del Milan in occasione della sfida contro il Bologna. Secondo quanto riportato oggi da 'Tuttosport', allo stadio ci sarà una grande accoglienza per Gattuso, tra gli idoli dei tifosi della Curva Sud sin dai tempi in cui era calciatore del Diavolo: il nuovo tecnico sarà sostenuto a spada tratta, dunque, dai sostenitori rossoneri; cosa che, al contrario, non avverrà per la squadra.

"Per il quotidiano torinese, infatti, la Curva Sud, cuore del tifo rossonero, avrebbe deciso di non contestare i calciatori, almeno all'inizio: qualora, però, la sfida contro i felsinei non dovesse andare nel verso giusto, non è esclusa una pioggia di fischi dagli spalti dello stadio 'Giuseppe Meazza'. La tifoseria, infatti, è rimasta fortemente delusa e scossa dal pari di Benevento e dalla figuraccia rimediata in Croazia, e, d'ora in avanti, spetterà ai calciatori rossoneri tirare fuori quel qualcosa in più per riconquistare l'affetto di uno stadio che, a luglio ed agosto, era sempre pieno e festante.

"Fin qui, ha sottolineato ancora 'Tuttosport', sono finiti sul banco degli imputati per la brutta stagione milanista dapprima il preparatore atletico Emanuele Marra, poi l'allenatore Vincenzo Montella, esonerato dopo lo 0-0 interno contro il Torino, quindi anche Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, accusati di aver speso male oltre 200 milioni sul mercato. Quindi, per finire, lo stesso Gattuso, che, a Benevento, ha tolto Jesús Suso per inserire Cristián Zapata nel finale ed a Rijeka ha spedito in campo solo seconde linee.

"Il mirino, inevitabilmente, si sposta sulla squadra: che non tutti i nuovi acquisti siano, finora, riusciti ad inserirsi ci poteva stare, ma che gente del calibro di Leonardo Bonucci, Lucas Biglia e Nikola Kalinić non faccia la differenza era impensabile mesi fa. Ed anche chi a Milanello già c'era, come ad esempio Giacomo 'Jack' Bonaventura, non sta ripetendo le prestazioni delle annate passate. In casa Milan è cominciato un nuovo processo: il gruppo, ora, non ha più alibi e deve dimostrare di meritare ed onorare la maglia rossonera.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android 

Potresti esserti perso