Milan, hai fatto 13: Romagnoli il goleador dell’ultimo minuto

Con le reti siglate allo scadere contro Genoa e Udinese in pochi giorni, Alessio Romagnoli ha regalato al Milan 6 punti fondamentali per la Champions

di Alessio Roccio, @Roccio92

Le vittoria contro Genoa e Udinese arrivate a 4 giorni di distanza l’una dall’altra portano la firma indelebile di Alessio Romagnoli. Come riportato questa mattina dal ‘Corriere dello Sport’, deve esserci qualcosa di simbolico nel fatto che sia stato proprio il capitano del Milan a risollevare dall’orlo del precipizio la squadra di Gattuso. Già perché l’indomani della sconfitta nel derby – Gattuso pubblicamente disse che anche Romagnoli fece un errore sul gol – arrivò quella contro il Betis.

Un periodo negativo che stava per condannare Gattuso all’esonero, salvo poi arrivare un tris di vittorie di vitale importanza. L’ultima rete di Romagnoli venne realizzata lo scorso anno a Napoli – inutile ai fini del risultati 2-1 – ma significativa, perché anche in quel caso arrivò nei minuti di recupero. E allora non può essere una coincidenza.

Romagnoli è l’uomo della provvidenza in casa Milan. Colui che ha rinnovato il proprio contratto fino al 2023 quando ancora c’era la vecchia proprietà e non si sapeva molto sul futuro dei rossoneri. Ha dimostrato un attaccamento e una fiducia al club encomiabili, tanto che gli sono valsi la fascia da capitano ad appena 23 anni. L’ex romanista è al Milan da quando aveva 20 anni. Nel 2015 i rossoneri spesero ben 25 milioni per portarlo a Milanello su espressa volontà di Mihajlovic che lo aveva allenato in blucerchiato. Probabilmente, i migliori soldi spesi dal Milan da quel giorno a oggi.

PROSEGUE IL PERCORSO DI RECUPERO DI GONZALO HIGUAIN: PER SAPERE LE ULTIME, CONTINUATE A LEGGERE>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy