Milan, Gattuso e il turnover: “Ora lo gestisco come Ancelotti”

‘La Gazzetta dello Sport’ ripercorre tutti gli spunti più importanti della conferenza stampa di ieri di Rino Gattuso: l’allievo cita Ancelotti

di Alessio Roccio, @Roccio92

E’ stata una conferenza stampa di vigilia, quella di ieri di Rino Gattuso, che ha dato parecchi spunti. Sia dal punto di vista delle individualità, come le parole del tecnico calabrese nei confronti di Suso, Cutrone e Higuain, ma anche dal punto di vista della preparazione fisica. Rino, infatti, in accordo con il proprio staff ha deciso che attuerà il metodo che adottava Ancelotti quando lui si trovava nel rettangolo verde: “Se giocano sempre gli stessi a fine anno si finisce col fiato corto e questo è stato il nostro problema dello scorso anno. Ogni giocatore riposerà dopo 3-4 gare consecutive”.

Il tutto perché Rino si fida cecamente della sua squadra, titolari e non. Anzi, lui questa distinzione no la fa e non la vuole fare. Il tecnico ha poi parlato di alcune individualità come il paragone tra CR7 e Higuain, definito “il migliore del mondo” da Gattuso. Su Cutrone lo richiama alla calma e a non accelerare i tempi di recupero: l’attaccante non sarà a disposizione oggi, al pari di Caldara, out per un problema alla schiena. La riserva del Pipita sarà dunque il giovane Tsadjout. Obiettivo battere l’Atalanta, un tabù che dura dal 6 gennaio 2014.

++ Guarda Gratis per un mese DAZN!! CLICCA QUI ++

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy