Milan e Inter non trovano un accordo: San Siro resta chiuso

Brutta sorpresa quella che ieri ha costretto tifosi e turisti a non poter visitare San Siro, chiuso per effetto di un accordo che tarda ad arrivare

di Luca Chierico

Come riporta Tuttosport, nella giornata di ieri 1° luglio, lo stadio San Siro è rimasto chiuso al pubblico. La brutta notizia è arrivata in seguito alla scadenza del contratto di servizio di Milan e Inter con MI-Stadio, società che gestisce l’impianto. A farne le spese sono stati tifosi e turisti che giunti nei pressi dello stadio si sono trovati i cancelli chiusi e l’annuncio della impossibilità di poter fare un tour, visitare il museo e comprare una maglia all’interno del negozio.

Fu proprio il Milan, durante il dicembre dello scorso anno ad annunciare la disdetta dell’accordo con MI-Stadio con l’obiettivo di rinegoziare, ottenendo condizioni più favorevoli. La decisione prese in controtempo anche l’Inter, che poco tempo dopo fece fatto lo stesso.

Nei successivi 6 mesi, i tentativi di trovare un accordo sono stati vani, con il Milan incapace di prendere una decisione chiara sulla questione stadio durante una delicata transizione proprietaria. Nel corso dell’ultima settimana si è però deciso per una proroga di 3 mesi del contratto per consentire il corretto svolgimento dei tour per i turisti, dei concerti e della preparazione della prossima stagione calcistica.

Non è ancora stato trovato un accordo per la gestione degli spazi commerciali, che ha portato come effetto la chiusura di San Siro il 1° luglio. Nella giornata di oggi, grazie ai contatti per cercare una soluzione momentanea, lo stadio riaprirà ai visitatori. E voi, vorreste restare a San Siro o vedere il Milan giocare in un nuovo stadio? Ecco cosa ha detto, a questo proposito, l’amministratore delegato Marco Fassone!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy