Milan, doppio countdown per Ibrahimovic tra campo e mercato

MILAN NEWS – Zlatan Ibrahimovic tornerà in Italia tra domani e domenica. Lo aspetta la quarantena ed il faccia a faccia con Ivan Gazidis per il suo futuro

di Daniele Triolo, @danieletriolo
Zlatan Ibrahimovic Milan

MILAN NEWS – Come riferito dal quotidiano ‘Tuttosport‘ oggi in edicola, è iniziato un doppio countdown per Zlatan Ibrahimovic. Il primo riguarda il suo rientro in Italia: ieri il Milan ha ripreso a lavorare, seppur in maniera individuale, al ‘Milanello Sports Center‘ di Carnago (VA), e lo svedese, salvo sorprese, è atteso a Milano tra domani e domenica, così come Franck Kessié, al momento bloccato in Costa d’Avorio per via dei voli scarsi verso il nostro Paese.

Ibrahimovic, che nell’ultimo mese si è tenuto in forma allenandosi in Svezia, a Stoccolma, con l’Hammarby, club di cui è socio, non appena rientrerà in Italia dovrà osservare due settimane di quarantena, così come previsto dal Decreto del Governo Italiano, e, pertanto, il tempo guadagnato in patria, lo perderà qui. Ibrahimovic, dunque, dovrà cercare di tenersi in forma tra tapis roulant e cyclette per poi unirsi ai compagni se e quando scatteranno gli allenamenti di gruppo.

Il secondo countdown per il nativo di Malmö, invece, riguarda il suo futuro professionale: a Milano, infatti, Ibrahimovic potrà finalmente incontrare Ivan Gazidis, amministratore delegato del club di Via Aldo Rossi, per capire se, nella stagione 2020-2021, il matrimonio con il Diavolo potrà proseguire. In questi mesi, ha evidenziato il quotidiano torinese, si è detto e scritto tutto ed il contrario di tutto ma finché lo svedese non parlerà con la società, mettendo nero su bianco il progetto del Milan ed il suo eventuale ruolo, difficilmente prenderà una decisione definitiva.

Se Ibrahimovic decidesse di restare al Milan (strada quasi scontata, ha scritto ‘Tuttosport‘, in caso di conferma in panchina di Stefano Pioli), è perché il club glielo proporrà. Già, perché non è da escludere che Ibra, alla soglia dei 39 anni (li compirà il prossimo 3 ottobre), possa non rientrare nei programmi di una società che, per direttive ben precise del fondo Elliott Management Corporation, punterà sui giovani e che vuole affidare a Ralf Rangnick, tecnico che ama lavorare con calciatori tutti da formare, la panchina per la prossima stagione.

Due sono le incognite che, per il momento, gettano un alone di mistero sulla permanenza di Ibrahimovic al Milan. La prima riguarda il suo agente, Mino Raiola, i cui rapporti con il club meneghino si sono un po’ raffreddati, anche se, nel caso del bomber scandinavo, la sua voce potrebbe avere meno ‘potenza’ e meno ‘valore’ rispetto a quelli che avrà, per esempio, nella vicenda del rinnovo di contratto di Gianluigi ‘Gigio’ Donnarumma. La seconda è proprio Rangnick: servirà un contatto tra Ibra e il manager tedesco per capire se le due figure possano essere compatibili.

Intanto l’attuale responsabile dell’area sportiva del gruppo ‘Red Bull‘ ha parlato ai microfoni della ‘BILD‘, rivelando la reale entità dei suoi contatti con il Milan. CLICCA QUI PER LE SUE IMPORTANTI DICHIARAZIONI >>>

SEGUICI SUI SOCIAL : CLICCA QUI ⇓

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy