Milan, ancora all’ultimo respiro: nonostante l’emergenza infortuni

Dopo il successo contro il Genoa arrivato al 91′, il Milan vince anche a Udine nei minuti di recupero: decisivo ancora Alessio Romagnoli

di Alessio Roccio, @Roccio92

Non è un Milan per deboli di cuori quello che va di scena alla ‘Dacia Arena’ di Udine. Una squadra che sa soffrire – i friulani creano almeno 5 palle gol nel primo tempo – e poi regalare una gioia incredibile ai propri tifosi al 97′ di una partita infinita. Ci pensa ancora lui il capitano, in quella che può essere ormai ridefinita “zona Romagnoli“. Qualche giorno fa col Genoa, ieri sera con l’Udinese: l’ex difensore della Sampdoria consente ai rossoneri di stare aggrappati al quarto posto.

Ma come scrive questa mattina ‘Tuttosport’, la prestazione generale del Milan non è stata di altissimo livello. Le assenze si sono fatte sentire troppo e soprattutto la cabina di regia ne ha risentito. La settimana che avrà inizio domani – oggi giorno di riposo a Milanello – vedrà i rossoneri volare in Spagna contro Betis per cercare di sistemare una classifica compromessa 10 giorni fa a San Siro e poi ospitare la Juventus domenica sera.

Recuperare energie psico-fisiche è, dunque, fondamentale. Di vitale importanza sarà anche cercare di avere a disposizione anche qualche giocatore che ieri era indisponibile. Calhanoglu e Bonaventura su tutti, ma anche Gonzalo Higuain, sul quale Rino Gattuso ha confermato che ha avuto una fitta alla schiena. La sua uscita è sembrata comunque più precauzionale.

ECCO LE PAROLE DI RINO GATTUSO DOPO LA VITTORIA DI IERI SERA: CONTINUATE A LEGGERE>>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy