Menez risolve e va al Bordeaux, il mercato resta bloccato

Menez risolve e va al Bordeaux, il mercato resta bloccato

Menez risolverà il contratto che lo lega al Milan e si trasferirà al Bordeaux. Per sostituirlo si pensa a Zaza, ma in prestito. Bacca blocca tutto.

di Stefano Bressi, @StefanoBressi

Niente di nuovo. Il mercato del Milan è sempre fermo con le quattro frecce, in attesa del carroattrezzi targato Cina. L’alternativa è il fai da te. Per tornare operativi bisogna vendere i pezzi pregiati. Per adesso l’unico acquisto, scrive La Gazzetta dello Sport, è Gianluca Lapadula, ma poi?

Un’uscita, intanto, ci sarà: Jeremy Menez andrà al Bordeaux. Il francese risolverà il suo contratto con il Milan. Positivo il viaggio del numero 7 in terra francese di mercoledì. Per lui è pronto un triennale. Per i rossoneri il risparmio è di 3 milioni. Dopo due anni altalenanti, Menez saluta.

Troppo pochi 3mln, per sbloccare il mercato serve ben altro. Per esempio uno zero vicino al numero perfetto. Con 30 milioni sì che, finalmente, qualcosa si potrebbe muovere. Per ottenere questa cifra, però, l’unica via è la cessione di Carlos Bacca. Il colombiano continua a rifiutare il West Ham, ma altre proposte concrete e ufficiali, per ora, non ce n’è. Dopo una sua eventuale partenza qualcuno lo dovrebbe sostituire. Simone Zaza è uno dei nomi più caldi. L’azzurro pare abbia cambiato agente. Il padre vorrebbe trovargli una sistemazione in Italia. I rossoneri lo vorrebbero in prestito, ma la Juventus non gradisce la soluzione. Bloccato dai cinesi, intanto, l’arrivo di Alvaro Arbeloa.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Ménez al Bordeaux, lunedì le visite mediche: al suo posto arriva Zaza?

Niang segna e convince: Montella può fare a meno di Bacca

Mediaset e Vivendi, botta e risposta

Contestazione ad Arcore e colloquio con Berlusconi per la Curva Sud

Calciomercato – Lucas Lima, primo rinforzo del Milan targato Cina?

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy