L’Italia vince contro l’Arabia Saudita: tutte le dichiarazioni degli azzurri

Dopo aver superato la Nazionale asiatica per 2-1 molti giocatori dell’Italia hanno rilasciato interviste: il punto della situazione

di Giovanni Calenda

Al termine della gara con l’Arabia Saudita, vinta per 2-1 con i gol di Balotelli e Belotti – uno per tempo -, il primo a parlare ai microfoni della Rai non poteva che essere lui, Roberto Mancini. Di seguito tutti gli altri. Ecco il resoconto ripreso dalle pagine della Gazzetta dello Sport.

Andrea Belotti, autore del momentaneo 2-0: “Possiamo essere soddisfatti per tutto, a cominciare dalla prestazione della squadra: si è vista anzitutto la nostra grande voglia di ripartire. Poi abbiamo provato a imporre il nostro gioco, creato tanto. Quello dell’eliminazione (con la Svezia) è un nodo che abbiamo tutti in gola, e fa male a tutti ricordarlo. Però abbiamo cercato subito di voltare pagina, di ripartire proprio da questa partita. Abbiamo fatto quello che serve per ritrovare grande fiducia anzitutto in noi stessi. Balotelli? Sappiamo che giocatore è: ha segnato un grandissimo gol, è straordinario e ci può dare grandissima mano”.

Più amareggiato Davide Zappacosta, autore di uno scivolone difensivo che è costato il gol dell’Arabia Saudita: “Ho fatto scorrere la palla che mi è sfuggita via, poi sono un po’ scivolato e mentre calciavo mi sono scontrato con un avversario: mi è dispiaciuto, ho messo in difficoltà la squadra e abbiamo rischiato nel finale. È successo, ma ripartirò più forte di prima. Mancini? Ci chiede di aiutare la fase difensiva e accompagnare quella offensiva: c’è da migliorare, importante era partire con una vittoria. Il mister ha portato serenità nello spogliatoio: ci ha detto spesso “pensate a essere concentrati, a divertirvi”. Quello era un po’ mancato negli ultimi tempi”.

Buona prestazione per Domenisco Criscito, che ha sfiorato il gol colpendo la traversa: “È stato emozionante e un onore tornare a mettere questa maglia. Non so se con me sarebbe stato diverso, in chiave qualificazione al Mondiale. È stata una buona Italia: siamo stati noi a concedere occasioni a loro. Fino al gol non avevano mai tirato in porta”.

Il compagno di reparto Alessio Romagnoli è intervenuto sul calo di concentrazione: “A un certo punto ci siamo sentiti troppo sicuri di noi stessi, invece abbiamo visto che non dobbiamo mollare: ci deve servire da lezione. Balo? Se si impegna, continua così e gioca come adesso ci può dare grandissima mano”.

Emozionato Matteo Politano al suo esordio con la maglia della Nazionale: “Ero emozionato, forse non mi sono espresso come al solito. Mancini mi ha chiesto di stare largo per favorire gli inserimenti centrali di Florenzi: potevo fare meglio in qualche occasione. Abbiamo fatto bene nel primo tempo, poi siamo calati nella ripresa. Abbiamo provato movimenti offensivi solo per 3 giorni: ci serve tempo. Mancini ci chiede di essere molto offensivi e sfruttare le nostre qualità tecniche negli ultimi metri. Inter in futuro? Non ho scelto niente”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Italia, Politano: “Emozionato per la prima in Nazionale”

Italia, Belotti: “Tante cose positive da cui ripartire”

Italia, Romagnoli: “Questo è un nuovo ciclo. Balotelli? Grandissimo giocatore”

Italia, parla Capello: “Buoni giocatori ma nessun fuoriclasse”

Mancini, buona la prima: l’Italia vince grazie a Balotelli e Belotti

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy