Inzaghi: “Seguo con grande passione il Milan: contento che si punti sui giovani”

Filippo Inzaghi, ex cannoniere rossonero ed allenatore nella stagione 2014-2015, ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta dello Sport

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Questa mattina, sulle colonne de ‘La Gazzetta dello Sport’, è stata pubblicata una lunga intervista a Filippo Inzaghi, ex attaccante del Milan tra il 2001 ed il 2012 (300 presenze, 126 gol, 10 trofei conquistati), nonché allenatore (con poca fortuna) nella stagione 2014-2015. Principalmente, ‘SuperPippo’ si è dilungato su Juventus-Lazio di domenica pomeriggio e sul suo rapporto con il fratello Simone, tecnico dei biancocelesti, ma ha avuto tempo e spazio per parlare anche del suo Milan.

Lo seguo sempre con passione ed affetto”, ha rivelato Inzaghi, che ha inserito i rossoneri nel novero delle pretendenti per l’Europa League insieme proprio alla Lazio, alla Fiorentina ed all’Atalanta. Inzaghi ha poi proseguito: “Voglio complimentarmi con il Milan per la crescita della squadra e per la decisione di puntare sui giovani. Donnarumma è fuori concorso, è il nuovo Buffon. Romagnoli ha qualità e Locatelli ha personalità e voglia di emergere. Sono molto contento per Calabria, che spostai come terzino facendolo giocare con continuità negli allievi”.

Infine, una chiusura sulle proposte di Marco Van Basten, altro grande ex cannoniere del Diavolo, di cambiare gran parte delle regole del calcio a partire dai Mondiali 2026: “Abolizione del fuorigioco? La vedo difficile: le squadre sarebbero un po’ lunghe …”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, il personaggio Lapadula: ricorda Filippo Inzaghi

L’ultimo gol di Filippo Inzaghi con la maglia del Milan – VIDEO

L’opinione di SuperPippo sulla cessione del Milan

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy