Il Milan prende tempo: slitta la firma con HPS per il rifinanziamento del debito

Sembrava quasi tutto fatto per il prestito da 400 milioni di euro del fondo HPS al Milan per il rifinanziamento del debito, ma Fassone ha cambiato strategia

di Edoardo Lavezzari, @Edolave

La notizia circolava già da ieri, ma oggi è “Il Corriere della Sera” a rilanciare l’indiscrezione. A tre giorni dalla scadenza della trattativa esclusiva tra Milan e il Hps (ex Highbridge) sono i rossoneri ad avere qualche ripensamento. L’accordo trovato dalle parti, infatti, parla di un prestito da 400 milioni di euro da restituire in 5 anni. Una cifra che permetterebbe di rifinanziare sia il debito del Milan da 123 milioni di euro sia quello di Yonghong Li da 180 e di avere a disposizione altri 100 milioni di euro. Il Milan, però, che vorrebbe chiudere il discorso entro la Primavera, con almeno sei mesi di anticipo entro la scadenza del prestito sottoscritto la scorsa estate con il fondo Elliott, in modo da poter trattare con la UEFA in tutta calma le sanzioni legate al “settlemet agreement”,  avrebbe deciso di tirarsi indietro per continuare a valutare altre ipotesi sul piatto, nella speranza di trovare un’offerta con condizioni ancora migliore.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan verso il no al rifinanziamento con Highbridge: le novità

Milan, Highbridge disposto a prestare 400 mln: le novità

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy