Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

news milan

I numeri e San Siro dicono Cutrone: Gattuso deve recuperare Kalinic

Patrick Cutrone, bomber del Milan, in gol contro il Rijeka (credits: LaPresse/A.C. Milan)

Partito titolare e uscito tra i fischi di San Siro contro la Lazio, Nikola Kalinic continua a non trovare il gol. Cutrone, intanto, segna e piace a San Siro

Edoardo Lavezzari

Sono giorni complicati per Nikola Kalinic, molto più sereni, invece, per Patrick Cutrone. Il differente momento dei due attaccanti rossoneri è al centro della discussione oggi sulle pagine de "La Gazzetta dello Sport", che sottolinea come il primo sia uscito tra i fischi, dopo 70 minuti a dir poco opachi, dalla sfida di Coppa Italia contro la Lazio. L'altra faccia della medaglia, invece sono gli applausi della folla all'ingresso in campo del giovane Cutrone a cui sono bastati pochi minuti per andare vicinissimo al gol, cosa che Kalinic non è riuscito a fare in oltre un'ora di gioco.

Numeri alla mano è facile capire il malumore dei tifosi, quando si parla dell'attaccante croato. Kalinic è all'asciutto da due mesi (ultimo gol nella sciagurata trasferta di Benevento) e stagione ha timbrato il cartellino solamente quattro volte, poche, anche per un giocatore come lui, che non è mai stato un bomber di razza. Basti pensare, infatti, che nelle due precedenti stagioni alla Fiorentina il buon Nikola, a parità di giornate, era già arrivato in doppia cifra, obiettivo ancora lontanissimo quest'anno. Dall'altra parte invece c'è un Cutrone che, a fronte di un minutaggio simile (ha giocato 1491 minuti contro i 1532 del compagno) che ha segnato un gol ogni 149 minuti di gioco. A Cutrone, di fatto, bastano meno della metà dei minuti concessi al compagno di squadra per andare in rete, visto che Kalinic ha segna un gol ogni 383 minuti, poco importa, allora, che il croato riesca a trovare la porta 62,5% dei tiri in porta, mentre la percentuale del più giovane compagno si a del 53,5%.

San Siro ha fatto una scelta, a Gattuso il difficile compito di fargli cambiare idea, ma soprattutto di recuperare un giocatore costato 25 milioni di euro e che dovrebbe portare ai rossoneri quei gol tanto mancati nelle ultime stagioni.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

tutte le notizie di

Potresti esserti perso