Gazzetta – Milan fuori dall’Europa League: attesa per il verdetto

Gazzetta – Milan fuori dall’Europa League: attesa per il verdetto

In giornata, o al massimo lunedì, la sentenza UEFA sulla possibile esclusione del Milan dall’Europa: possibile anche una ‘condizione di rientro’

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Come sottolineato da ‘La Gazzetta dello Sport’ oggi in edicola, ci sono ampie probabilità che in giornata il Milan venga escluso dalla partecipazione alla prossima Europa League. Ed altrettante che lo sia nella giornata di lunedì, mentre sarebbero molte di meno le chance che tale scenario non si verifichi né oggi né all’inizio della prossima settimana.

Il verdetto della Camera giudicante dell’Organo di Controllo Finanziario dei Club di Calcio UEFA (CFCB) arriverà o nel giro di qualche ora o nel giro di tre giorni e, come evidenziato dalla ‘rosea’, i suoi giudici saranno insensibili alla storia europea del Milan, benché eviteranno di emettere la dura sentenza nel weekend. Questo venerdì, 22 giugno, potrebbe dunque passare alla storia del club rossonero come il giorno in cui il Diavolo, dallo spiccato DNA europeo, possa essere ‘cacciato di casa’.

‘La Gazzetta dello Sport’ ha rivelato come ieri, da ‘Casa Milan’, sia filtrato pochissimo sull’umore all’interno del club e sull’area che si respira in sede: il silenzio delle ultime 48 ore, da parte della CFCB, però, non sarebbe stato interpretato come un segnale di incertezza sul verdetto. I cinque giudici, oltre ad essersi già riuniti in Consiglio, infatti, sembrerebbero convergere anche sull’esito dello stesso. Ecco, quindi, che la trasferta di Nyon di martedì scorso, paradossalmente, potrebbe essere stata l’ultima del Milan in Europa per la stagione 2018-2019.

Il verdetto UEFA, già pesante di per sé con l’esclusione dalle coppe, potrebbe diventare addirittura più grave nel caso in cui la Corte aggiungesse una multa o una ‘condizione di rientro’ per il futuro: oltre al danno, infatti, il Milan andrebbe anche incontro alla beffa di vedersi costretto a superare una prova per la riammissione in Europa. E finora, ha concluso la ‘rosea’, tutti gli esami europei sono andati male, dal Voluntary al Settlement, passando per l’udienza di martedì alle incertezze sulla solidità economica del proprietario e Presidente Yonghong Li.

Dal canto suo, l’imprenditore cinese oggi è chiamato a versare i 32 milioni di euro per l’aumento di capitale che resta per concludere la stagione. In caso contrario, subentrerebbe Elliott: tutti gli scenari possibili per il futuro del Milan in questo approfondimento.

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy