Gazzetta – Milan, è l’ora dei 32 milioni di Yonghong Li

Gazzetta – Milan, è l’ora dei 32 milioni di Yonghong Li

Yonghong Li pronto a versare al fondo Elliott Management Corporation i 32 milioni di euro dovuti: oggi, venerdì 6 luglio, la deadline prefissata

di Daniele Triolo, @danieletriolo

‘La Gazzetta dello Sport’ in edicola questa mattina ha fatto il punto della situazione societaria in casa Milan, spiegando come, finalmente, si sia arrivati ad un punto di svolta. Entro oggi, infatti, il proprietario e Presidente del club di Via Aldo Rossi, Yonghong Li, dovrà versare ad Elliott Management Corporation i 32 milioni di euro anticipati nei giorni scorsi per completare il secondo aumento di capitale da 60 milioni di euro richiesti dal Consiglio d’Amministrazione del Milan.

Oggi, venerdì 6 luglio, sono attesi dunque i soldi di Yonghong Li: a meno di clamorose sorprese, l’imprenditore cinese riuscirà a farli arrivare al fondo di Paul Singer, proprio sul filo di lana, evitando, così, che la società rossonera passi in mano ad Elliott e restando, di fatto, al timone del Milan anche nei prossimi mesi. Nel caso in cui Elliott non avesse prove (ovvero l’evidenza di una transazione bancaria effettuata) che quei soldi siano effettivamente partiti, avvierebbe le procedure per mettere le mani sulle azioni del Milan.

Rimborsando Elliott, al contrario, Yonghong Li, di fatto, allontanerà per un po’ il fondo di investimenti statunitense dal Milan (la scadenza del maxi-prestito di 303 milioni di euro, più interessi, è fissata per metà ottobre …) e permetterà all’azionista di maggioranza cinese di guadagnare altro tempo per provare a cedere la società rossonera al miglior offerente. A quanto pare, secondo la ‘rosea’, Yonghong Li avrebbe intenzione di vendere il Milan anche con tempistiche piuttosto rapide. Anche molto rapide, forse questione di giorni. Qui, però, visti i precedenti (leggasi trattativa con Rocco Commisso), il condizionale è d’obbligo.

Di certo, al momento, appare improbabile che Yonghong Li riapra i negoziati con lo stesso Commisso. In queste settimane, il fondatore di Mediacom Communications, nonché patron dei New York Cosmos, è stato per ben tre volte vicino alla fumata bianca, dopo aver presentato un’offerta di tutto rispetto per acquisire il 70% del club rossonero. Ma, per ben tre volte, Yonghong Li ha fatto saltare tutto, forse perché, oltre al magnate italo-americano ed alla famiglia Ricketts, avrebbe un ulteriore asso nella manica, un nuovo ‘Mister X’, presumibilmente asiatico, con il quale avrebbe portato avanti le trattative, in gran segreto, nell’ultimo periodo. Che fine farà, dunque, il Milan? Clicca qui per scoprire le ultime novità sulla cessione societaria in tempo reale!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy