Forever Niang: San Siro ritrova il francese sei mesi dopo

Dopo sei mesi, San Siro è pronto a riabbracciare M’baye Niang, assente da Milan-Torino del 27 febbraio, ultima vittoria casalinga. E Montella ci punta molto…

di Luca Fazzini, @_lucafazzini
M'baye Niang Milan

Forever Niang: è il francese l’uomo del momento in casa rossonera, secondo quanto l’edizione odierna del Corriere dello Sport. Lo è per Vincenzo Montella, che lo ha bloccato sul mercato e lo aveva individuato come elemento chiave per il suo Milan già il giorno della presentazione. La conferma è arrivate nelle successive gare pre-campionato, con i tre gol realizzati dall’ex Caen e una serie di buone prestazioni che gli hanno permesso di guadagnarsi, per oggi, una maglia da titolare al fianco di Suso e Bacca. Ma lo è anche per i tifosi, che a San Siro non osservano le sue gesta dal 27 febbraio, giorno (guarda un po’) di Milan-Torino, ultima vittoria rossonera al Meazza. La notte successiva a quella partita, infatti, il francese uscì di strada con la sua macchina a causa di cattive condizioni della strada.

Niang è pronto a tornare oggi, proprio contro quell’allenatore che lo vedeva come partner ideale di Carlos Bacca nel suo 4-4-2. Il francese è in rossonero dal 2012, quando il Milan lo acquistò dal Caen per 3 milioni. Poi, due prestiti forzati a Montpellier e Genova, sponda rossoblù, che lo hanno aiutato a maturare molto. Considerato da sempre un potenziale campione, è pronto ora a sbocciare e può farlo con Vincenzo Montella. Proprio il neo-tecnico rossonero sembra il più entusiasta di avere a disposizione Niang, mai preso seriamente in considerazione da Allegri e Inzaghi. Ci hanno pensato invece Gasperini prima e Mihajlovic poi a far cambiare faccia al giovane attaccante. Un attaccante ormai maturo, che può agire da centravanti. Un potenziale su cui in diversi – in passato – hanno messo gli occhi: tra loro, anche Claudio Ranieri al Leicester e Arsene Wenger all’Arsenal.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Montella si affida alle ali: il Milan vuole volare con Niang e Suso

Milan senza divisa ufficiale. Così Montella si porta l’abito da casa

Niang, partita significativa per l’esterno rossonero

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Su Telegram

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy