Pianeta Milan
I migliori video scelti dal nostro canale

FIORENTINA-MILAN

Fiorentina-Milan 4-3, Vlahovic è un Diavolo. Gli errori rossoneri pesano

Fiorentina-Milan, partita valida per la 13^ giornata di Serie A, vede la prima sconfitta in campionato per i rossoneri (Getty Images)

Ecco l'analisi di Fiorentina-Milan 4-3, partita valida per la 13^ giornata di Serie A. Dusan Vlahovic super, ma quanti errori rossoneri!

Renato Panno

L'edizione odierna de 'La Gazzetta dello Sport' analizza la prima sconfitta del Milan, arrivata al 'Franchi' contro la Fiorentina. E' ancora un Vincenzo Italiano indigesto per i rossoneri, un replay del tonfo avvenuto in casa del suo Spezia lo scorso febbraio. I protagonisti assoluti della partita sono gli uomini più attesi: il giovane Dusan Vlahovic e l'attempato Zlatan Ibrahimović. Dopo un quarto d'ora l'inerzia del match si indirizza a favore dei viola, che sfruttano il grave errore dell'ex Ciprian Tatrusanu, che lascia in area una palla non esattamente impossibile da trattenere.A questo punto Matteo Gabbia se la trova tra i piedi ma temporeggia inspiegabilmente: Alfred Duncan è scaltro ad approfittarne e porta la squadra squadra in vantaggio.

Il Millan però non si fa abbattere e prova a reagire diverse volte con Rafael Leao, ma anche con un tiro secco di Rafael Leao. Ma l'occasione più grande capita sulla testa di Zlatan Ibrahimović dopo un cross perfetto di Simon Kjaer. Lo svedese, da due passi, non riesce ad indirizzare la palla in porta. Il Milan spreca, la Fiorentina segna. Riccardo Saponara disegna una pennellata perfetta che beffa Tatarusanu e porta la Fiorentina sul doppio vantaggio.

Un vantaggio che diventa triplo grazie a Dusan Vlahovic che mette a segno il momentaneo 3-0. Partita chiusa? Assolutamente no. Zlatan Ibrahimović sfrutta prima un errore di Giacomo Bonaventura, poi un assist di Theo Hernandez. Invece di spingere per trovare il 3-3, i rossoneri si spengono gradualmente. L'uscita di Rafael Leao, inoltre, toglie una certezza enorme. E allora altro errore del Milan, stavolta firmato Theo Hernandez. Il francese perde una palla sanguinosa e Vlahovic non perdona. All'ultimo secondo arriva l'autogol di Lorenzo Venuti, ma non basta. Rimane il rammarico per la prima sconfitta stagionale. Un top player del Real Madrid si libera, il Milan può provarci

 

tutte le notizie di