Diritti tv Serie A. Mediapro non vacilla ed offre, Sky che fai?

Diritti tv Serie A. Mediapro non vacilla ed offre, Sky che fai?

Il bando dei diritti tv per la Serie A del triennio 2018-2021 sta regalando sorprese sgradite ai telespettatori. Sky e Mediaset giù, Mediapro in pole

di Michele Neri, @micheleneri98

“Diritti tv Serie A: offerte di Sky e Mediaset insufficienti”. Questa notizia ha sconvolto gli amanti del calcio, la prima domanda (lecita) è stata: cosa bisogna avere per guardare il campionato di Serie A dal 2018 al 2021? La risposta non si può trovare nella sezione “F.A.Q.” di qualche sito, ma solo il tempo la rivelerà. Lega e Infront accettano offerte che totalizzino 1,05 mld. Come scrive “La Gazzetta dello Sport”, l’emittente indipendente Mediapro ha offerto 950 milioni garantiti più royalties, circa un centinaio di milioni in più di quanto proposto dalle emittenti private (830 mln).

Il colosso spagnolo, come rivela la “rosea”, ha stimato una spesa di 150 milioni per i costi di produzione del canale e di acquisizione dei diritti tv della Serie B per avere un palinsesto molto ricco. Un palinsesto che potrebbe portare introiti pure oltre a 1,1 mld. Così Mediapro ha chiesto royalties alla Lega, ovvero 50% dei profitti se superata quella cifra.

E’ un progetto tuttavia ancora da definire che implica inevitabilmente una rivoluzione nelle scelte dei presidenti di Serie A. Il piatto è più alto grazie agli spagnoli, le aspettative non possono più basarsi sul modello di Sky e Mediaset. L’impresa di Murdoch è chiamata quindi a un rilancio importante per non perdere una fetta importante del proprio pacchetto calcistico.

Il quotidiano sportivo ha svelato che la prossima settimana si capirà meglio la trattativa tra Mediapro e Lega/Infront. Il 5 febbraio poi l’assemblea dei club deciderà. Allo stesso tempo si ascolteranno pure i broadcast per comprendere se sarà necessario aprire pure un terzo bando e considerarlo nel caso in cui la trattativa con gli spagnoli non andasse in porto. L’ago della bilancia rimane comunque Sky, che potrebbe investire massicciamente sulla Serie A. Un solo emittente non può aggiudicarsi più di 3 dei 5 pacchetti. Così se al miliardo e mezzo si tolgono costi e aggi e considerando l’offerta di Mediapro, Sky e Mediaset dovranno comunque stagliarsi almeno intorno ad un miliardo. Quindi se Sky offrisse 800 milioni per avere quasi tutto, un altro soggetto (non per forza Mediaset) potrebbe garantire gli altri 200 milioni.

Luigi De Siervo, a.d. di Infront, si è detto soddisfatto per come procedono le trattative: “Non è un caso se siamo arrivati qui. E’ stata portata avanti una strategia precisa che ha creato un’alternativa forte. Nei mesi scorsi siamo andati in giro per l’Europa per trovare qualcuno che, a parte Discovery, volesse produrre il canale della Lega. Abbiamo trovato Mediapro, interessato pure a finanziare il progetto”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Diritti TV Serie A: insufficienti le offerte di Sky e Mediaset

Tavecchio: “Diritti TV? E’ stato fatto un ottimo lavoro”

Lega Serie A, obiettivo 1,05 mld per i diritti tv

Bellinazzo: “Presidenza Lega Calcio? Spunta il nome di Javier Tebas”

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APP: iOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy