Costacurta: “Futuro al Milan? Leonardo è mio amico, non lo escludo”

In una lunga intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera’, Alessandro Costacurta ha parlato anche del suo futuro e della possibilità di tornare al Milan

di Alessio Roccio, @Roccio92

A sei mesi di distanza dal suo insediamento come vice Commissario della F.I.G.C., Alessandro Costacurta ha rilasciato una lunga intervista al ‘Corriere della Sera’. Temi centrali il movimento del calcio italiano, con la crescita dei giovani come argomento centrale. Queste le dichiarazioni di Costacurta:

Sulla sua esperienza in Federcalcio: “Festeggio i miei primi sei mesi in F.I.G.C. domani. Abbiamo fatto tanto e bene, con la finale nell’Europeo Under 19 come ciliegina sulla torta. Prima c’era stata quella dell’Under 17, dunque abbiamo radici forti per il futuro. Ai punti siamo la Nazionale migliore. I nostri club devono avere il coraggio di puntare sui ragazzi, di farli giocare. Il Portogallo ci ha battuto perché era più esperto”.

Sulle squadre B: “I campionati Primavera non bastano. Le malizie si imparano in Serie C o B con gente molto più esperta. Le seconde squadre sono necessarie. Solo la Juventus? Le richieste erano 7-8 per soli 2 posti. Il Milan alla fine non ce l’ha fatta e non c’era più tempo per rimpiazzarlo. Ogni anno ci sono un sacco di squadre tra B e C che saltano perché non riescono a sostenersi. Si può far sparire una squadra come il Bari? Io a ottobre andrò via, ma spero di uscire tra gli insulti pur di difendere la scelta sacrosanta delle seconde squadre”.

Su Roberto Mancini e la Nazionale maggiore: “Roberto lo conosco da tanti anni, è entusiasta. Il Mondiale ha aiutato l’Italia a non sentirsi l’ultima ruota del carro. Uscire con la Svezia ci sta, ma non deve essere la regola. Il calcio si è livellato. Adesso servono subito i risultati contro Polonia e Portogallo”.

I talenti del futuro: “In Under 19 avete visto Scamacca, Kean, Bettella e Tonali. Chiesa è il più talentuoso. Tra qualche anno sarà tra gli eleggibili per il Pallone d’Oro. Poi c’è anche Barella del Cagliari“.

Infine sul suo futuro: “A ottobre tornerò a Sky per continuare a studiare e procedere nel mio percorso da dirigente. Poi vedremo se il mio futuro sarà in Federazione, in Lega o in un club. Milan? E’ casa mia, non ho mai rotto con nessuno. Leonardo è mio amico, non lo escludo”. Intanto, questa in casa rossonera può essere la settimana di un altro ritorno: scopri di chi si tratta QUI!

SEGUICI SUFacebook /// Triterà /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy