CorSport – Tre giorni o diciotto: qual è il bivio per Yonghong Li?

Farebbe discutere il limite temporale per il versamento dei 32 milioni da parte di Yonghong Li: il Milan è convinto che ci sia tempo fino al 29 giugno

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il ‘Corriere dello Sport – Stadio’ oggi in edicola ha sollevato una tematica che, in casa Milan, starebbe facendo discutere il club e il fondo di investimenti statunitense Elliott Management Corporation, creditore, presso A.C. Milan SpA e la Rossoneri Sport Investments Luxembourg, holding del Presidente Yonghong Li, di 303 milioni di euro più interessi da restituire entro il prossimo ottobre.

Yonghong Li dovrà completare il secondo aumento di capitale da 60 milioni con il versamento di 32 milioni. Per il Milan, il proprietario cinese avrà tempo fino al prossimo 29 giugno, poiché, in un comunicato ufficiale pubblicato sul sito web rossonero, c’è una differenza tra la ‘deadline’ per sottoscrivere le nuove azioni (15 giugno) e quella dell’effettivo arrivo dei bonifici sui conti del club di Via Aldo Rossi, fissata, appunto, per la fine del mese.

Quindi, in sostanza, Yonghong Li avrebbe tempo fino a venerdì per esercitare il diritto sulle azioni e poi 15 giorni per provvedere al loro pagamento. Insomma, non ci sarebbe alcuna fretta, alcun conto alla rovescia o preoccupazione di chissà quale sorta dalle parti di Casa Milan anche perché il proprietario avrebbe già “manifestato l’intenzione di richiedere l’acquisto anche delle azioni rimaste eventuale inoptate”.

Per Elliott, al contrario, il limite per il pagamento coinciderebbe con il termine di venerdì, che obbligherebbe il patron rossonero a rendere visibili i soldi sui conti del Milan. In caso contrario, Elliott si vedrebbe costretto ad intervenire, esercitando il “diritto di surroga”, versando, quindi i 32 milioni di euro mancanti e, di fatto, diventando titolare del corrispondente quantitativo di azioni nonché nuovo controllore del club meneghino.

Il passo successivo, infatti, sarebbe quello di richiedere l’escussione del pegno Milan per mancato rispetto di un covenant. Insomma, per il ‘CorSport’ in casa rossonera la tensione sarebbe in aumento e la questione si risolverebbe “in punta di diritto”, con Yonghong Li che accelera per l’ingresso di un nuovo socio di minoranza nel club. Attenzione, però, perché le ultime notizie danno gli americani interessati al Milan: ecco l’imprenditore che vorrebbe acquistare il club!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy