CorSera – Milan, il derby USA si sta giocando a New York

CorSera – Milan, il derby USA si sta giocando a New York

Lavori in corso a New York per la cessione di quote del Milan: Yonghong Li, negli States, sta portando avanti due trattative: il punto della situazione

di Daniele Triolo, @danieletriolo

L’edizione odierna del ‘Corriere della Sera’ ha fatto il punto della situazione societaria in casa Milan: ci sono, infatti, lavori in corso a New York. E’ nella Grande Mela che, attorno al club di Via Aldo Rossi, si sta giocando un derby tutto ‘a stelle e strisce’ per i nuovi assetti della società rossonera.

David Han Li, direttore esecutivo del Milan, nonché braccio destro del proprietario e Presidente Yonghong Li, si trova ancora a New York per trattare, con advisor e studi legali, l’ingresso di un nuovo partner. Sebbene l’uscita allo scoperto della famiglia Ricketts, venerdì sera, sembrava avere impresso un’accelerata alla trattativa, ora pare che si debba aspettare qualche giorno, forse fino a metà della prossima settimana, per saperne qualcosa di più.

L’intenzione dei cinesi, infatti, resta quella di chiudere a breve la questione, di modo da poter, da un lato, rimborsare entro i 10 giorni lavorativi previsti il fondo Elliott Management Corporation dei 32 milioni di euro anticipati per coprire l’ultima rata di aumento del capitale e, dall’altro, rimborsare al fondo di Paul Singer l’intero debito in essere. Come ormai noto, sono due i soggetti, entrambi americani, che hanno portato le trattative in fase avanzata ed aver condotto la ‘due diligence’ sui conti del Milan.

Uno, appunto, come ricordato dal ‘CorSera’, è Thomas Ricketts, proprietario della franchigia di baseball dei Chicago Cubs, affiancato dalla banca d’affari Morgan Stanley. Entrato in scena più tardi, ha reso pubblica la sua candidatura per provare a recuperare il terreno perduto. L’altro, soggetto, invece, è circondato ancora dall’anonimato, nonostante più voci lo abbiano individuato in Rocco Commisso: si sa, per certo, che si è affidato a Goldman Sachs e che, al momento, è più avanti nella trattativa.

Lo scoglio principale al buon esito di una delle due trattative è che Yonghong Li, ora, vorrebbe cedere una quota di minoranza, concedendo poi la possibilità di salire nel tempo mentre gli americani vorrebbero accelerare la scalata oppure acquisire, logicamente, subito la maggioranza. E che dire, poi, del valore del club: Yonghong Li, debiti a parte, tra acquisizione ed aumenti di capitale, ha messo nel Milan 400 milioni e vuole ridurre al minimo le perdite.

L’idea dell’attuale proprietario rossonero sarebbe, secondo il ‘CorSera, quello di arrivare alla quotazione in borsa del Milan per poi farsi liquidare. Cosa succederà? Staremo a vedere. Per saperne di più sulle trattative per la cessione del Milan, minuto per minuto, segui qui il nostro live!

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Google Plus /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy