Cessione Milan tra elezioni e reale composizione della cordata cinese

Si procede verso la cessione del Milan ai cinesi: Silvio Berlusconi, però, attende l’esito delle elezioni e tutti i nomi degli imprenditori

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Ieri pomeriggio, ad Arcore, il summit tra Silvio Berlusconi, i suoi figli ed i manager della Fininvest in merito la possibile cessione della maggioranza del Milan alla cordata cinese che sta trattando in esclusiva da oltre 15 giorni l’acquisto del 70% delle quote del club ha dato esito positivo: è stato fatto un ulteriore passo avanti, con Berlusconi che ha dato il suo via libera ad accelerare i tempi per il closing dell’operazione.

Tempi, che, però, potrebbero coincidere con quelli della campagna elettorale in corso, che vedono Berlusconi impegnato, come leader del partito di Forza Italia, in molti Comuni d’Italia, su tutti Milano. Ad esempio, ha riportato questa mattina ‘La Repubblica’, dopo aver dato per assodato che i soldi ci sono, a Berlusconi serve una spiegazione sul modo di impiegarli. È un tema molto sensibile soprattutto in questa fase di campagna elettorale: l’argomento può essere maneggiato pubblicamente dal Presidente rossonero per allontanare l’idea, nella gente, di un abbandono totale del Milan. In questo modo Berlusconi, il quale resterà Presidente onorario per un periodo transitorio di 2-3 anni, può dimostrare attenzione alla società anche a vendita quasi avvenuta.

Intanto, in casa Milan si attende sempre di conoscere tutti i nomi degli imprenditori coinvolti in questa maxi-operazione per il passaggio di proprietà del club di Via Aldo Rossi: secondo ‘La Repubblica’, dei 7-8 imprenditori che ne farebbero parte, i nomi citati finora (Evergrande, Alibaba, Baidu) potrebbero non comparire in prima persona, ma con società controllate in percentuali più piccole. Quello che conta, però, per Berlusconi è che, alle spalle della cordata cinese, ci siano realtà significative del sistema economico di Pechino: lo stesso Presidente, ieri, aveva dichiarato di essere ottimista perché la trattativa si sta svolgendo con “un gruppo di aziende cinesi con partecipazione statale”.

TI POTREBBERO INTERESSARE ANCHE:

Calciomercato – La Roma si muove per Vazquez

Calciomercato – Attento Milan, il Napoli ti soffia El Ghazi

Panchina Milan: Gancikoff avrebbe bloccato un nuovo allenatore

Calciomercato – Bacca, il Milan ha fatto il prezzo

Milan, dietro la regia di Gancikoff il business dei nuovi stadi

Brocchi tra mare, lavoro ed il sogno della conferma

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy