Cessione Milan, la cordata cinese ‘fa la cura dimagrante’: il punto

Carlo Festa, giornalista de ‘Il Sole 24 Ore’, ha fatto il punto della situazione sulla cessione del Milan e sulla composizione della cordata cinese

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Carlo Festa, giornalista de ‘Il Sole 24 Ore’, attraverso il suo blog ha fatto il punto della situazione sulla cessione del Milan e sulla composizione della cordata cinese che, a breve, rileverà ufficialmente il 99,93% del club di Via Aldo Rossi da Fininvest: “La cordata cinese del Milan fa la cura dimagrante. Saranno infatti 4 al massimo 5 i soggetti del consorzio rispetto ai 7-8 prospettati all’inizio. Ma, secondo quanti risulta a fonti autorevoli contattate da questa rubrica, gli unici due nomi certi sono quello del capocordata Yonghong Li e di Haixia Capital, cioè quelli annunciati nel comunicato Fininvest di qualche mese fa – ha sottolineato Festa -. Al contrario c’è ancora l’enigma sugli altri 2-3 nomi visto che non sarebbe ancora confermata (almeno per il momento) la presenza delle società nominate in questi giorni nei media: cioè Ping An, Tcl Corporation e China Construction Bank. Al contrario, alla rubrica ‘The Insider’ risulta un grande attivismo sul deal della banca cinese Citic, che dovrebbe essere finanziatrice della transazione – ha proseguito il giornalista economico -. Il closing, previsto attorno al 20 novembre, potrebbe essere spostato di qualche giorno e proprio a ridosso della data finale si dovrebbe avere certezza sui nomi. Di sicuro, la vicenda del riassetto rossonero ha tutti gli ingredienti per essere ricordata a lungo. Mai, nella storia della finanza applicata al calcio, si è visto tanto mistero sull’identità dei compratori di un club. La stessa Suning è apparsa pubblicamente nel giro di qualche settimana, prima di comprare l’Inter. Lo stesso ha fatto Abramovic, il proprietario del Chelsea, prima di acquistare il club londinese. E che dire del fondo del Qatar che ha rilevato il Paris Saint Germain. I riservatissimi reali del Qatar si sono manifestati pubblicamente nel giro di qualche settimana presentandosi al pubblico e ai giornali francesi. Il riassetto del Milan va invece su tutt’altri binari. Ormai sono oltre due anni (prima con Mr Bee e ora con Mr Li) che non si comprende chi ci metterà davvero i soldi sui rossoneri – ha concluso -. Certo 100 milioni sono già arrivati e non è in dubbio che l’operazione, presto o tardi, arriverà a conclusione. Ma perché tutto questo mistero sul nome degli investitori a sole poche settimane dalla data indicata per il closing?”.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Palermo-Milan, è Bacca il portafortuna rossonero

Il Milan sogna un Natale da Champions

Pasalic: “Darò il meglio per onorare la maglia del Milan. Non vado via a gennaio”

Calciomercato Milan – Mirabelli osserverà Paredes e Krejčí

Palermo-Milan, Niang non recupera: al suo posto Pasalic o Sosa

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy