Cessione Milan, il tempo stringe ma Berlusconi resta vago

La riunione di famiglia ad Arcore non ha portato novità: che la mossa di Silvio Berlusconi serva a stimolare l’offerta dei magnati cinesi?

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Come riportato da ‘La Gazzetta dello Sport’ in edicola questa mattina, chi si aspettava grandi novità sulla questione della cessione del Milan dal consueto pranzo del lunedì ad Arcore tra Silvio Berlusconi ed i figli, di recente ‘allargato’ anche ai vertici Fininvest, è rimasto deluso: non sono emerse indicazioni particolari, se non quelle che invitano alla prudenza. Il giorno dopo le elezioni, infatti, a Villa San Martino ha tenuto banco la politica, e di Milan si è parlato, ma non in maniera approfondita. Quella attuale, ha sottolineato la ‘rosea’, è una fase di stallo lunga e pericolosa che lascia tutto e tutti nell’incertezza, con la parola ‘prudenza’ che ha sostituito l’ottimismo dei giorni scorsi. Ciò non significa, però, che tutto salterà in aria: i contatti tra gli investitori cinesi (attraverso l’advisor italo-americano Sal Galatioto e del suo referente italiano, Nicholas Gancikoff) e Fininvest proseguono quotidianamente, al punto tale che è in dirittura d’arrivo la ‘due diligence’ e si stanno stendendo le bozze contrattuali. Sull’operazione, però, aleggia l’incertezza di Berlusconi. Sarà molto importante, ha evidenziato ‘La Gazzetta dello Sport’, la data del 13 giugno, ovvero 48 ore prima della scadenza della trattativa in esclusiva: le parti in causa si vedranno per fare il punto della situazione, molto delicata, anche per capire se prorogare fino al 20 giugno la trattativa. Berlusconi e Fininvest vorrebbero capire se nel piano da 400 milioni di euro di investimenti in tre anni proposto dai cinesi siano inclusi o meno i debiti del club (circa 200 milioni): perché, in caso negativo, le prospettive dell’offerta cinese cambierebbero radicalmente.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Calciomercato – Il Milan ci riprova per Vazquez

Cessione societaria, l’Inter chiude subito: Milan cosa aspetti?

De Sciglio, Bacca, Romagnoli: i fronti aperti a casa Milan

Milan, il punto sui rinnovi di contratto

Honda resta al Milan: strategica la conferma del samurai

SEGUICI:

Su Facebook

Su Twitter

Sulla nostra nuova ‘App’

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy