Cessione Milan, il Governo cinese rallenta: ma è già pronto il ‘piano B’

Corsa contro il tempo per l’autorizzazione all’esportazione di capitali dalla Cina: in caso di difficoltà, ecco da dove arriveranno i soldi per il Milan

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Chiariamo subito un punto: il ‘closing’ dell’operazione per l’acquisizione del 99,93% del Milan da parte di ‘Sino-Europe Sports’ avverrà. Senza dubbio. Dopo 30 anni, Fininvest cederà il club rossonero ad un altro proprietario, ed il Milan comincerà ufficialmente un nuovo corso. E’ scattata, però, secondo quanto riferito dall’edizione odierna del ‘Corriere della Sera’, la corsa contro il tempo per ottenere l’autorizzazione da parte del Governo di Pechino all’esportazione di capitali. Fininvest ha già ufficializzato le due assemblee dei soci, e la seconda convocazione prevista per il 13 dicembre, considerata la più probabile per sancire l’ufficialità della vendita del Milan, non sembra una data scelta a caso: in tale occasione, qualora non saranno arrivati da ‘Sino-Europe Sports’ i 420 milioni mancanti per l’acquisto del club, Fininvest tratterrà i 100 milioni di caparra già versati.

E’ intenzione di tutti fare in modo che entro il 13 dicembre tutti i tasselli dell’operazione vadano al proprio posto ma, in caso di difficoltà burocratiche nell’esportazione di capitali dalla Cina, si sta già studiando un ‘piano B’. Ci stanno lavorando, secondo il ‘CorSera’, Yonghong Li e Han Li, rispettivamente Presidente e Direttore Esecutivo di ‘Sino-Europe Sports’: saranno loro infatti, con ‘SES’, a detenere il 25% delle quote del Milan, mentre il fondo statale Haixia Capital dovrebbe avere un altro 20% ed il resto spartirselo Ping An Insurance ed un altro colosso non ancora identificato. Se i soldi dovessero restare bloccati in Cina, arriverebbero infatti attraverso finanziamenti da altre banche, presumibilmente europee.

Sullo stallo delle autorizzazioni, ha rivelato il ‘Corriere della Sera’, sembra che abbia avuto una certa incidenza la decisione di Giuseppe Sala, Sindaco di Milano, di conferire un mese fa la cittadinanza onoraria al Dalai Lama. I tifosi del Milan, però, possono dormire sonni tranquilli: l’affare si farà. Lo ha confermato ieri sera la stessa ‘Sino-Europe Sports’ in un comunicato, affermando come “ogni passo verso il closing è intrapreso nel pieno rispetto della legge italiana” e ribadendo come i nomi degli azionisti verranno rivelato al momento del passaggio di proprietà.

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Abbiati: “Il Milan ha fatto bene a cedere certi elementi, ne avevo visti pochi così”

Difesa: Romagnoli spaventa il Milan. Gómez, è l’ora della verità

Milan, incontro a Milano tra Mirabelli e l’agente di Keita

Verso il derby: Lapadula insidia Bacca, ma…

Poli a ‘Milan TV’: “Io, il derby, Montella e la squadra: vi dico tutto”

SEGUICI SU: Facebook /// Twitter /// Google Plus /// Telegram

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy