Cessione Milan: Barbara e Galliani protagonisti anche nella governance cinese

Anche qualora Silvio Berlusconi dovesse decidere di cedere il Milan, Barbara e Galliani avrebbero un ruolo importante anche nella nuova possibile governance cinese

di Lorenzo Romagna, @RmgLnz95

Silvio Berlusconi deve ancora decidere quale sarà il futuro del Milan. Le strade sembrano essere due: o rimarrà nelle sue mani oppure passerà in quelle cinesi. Nel primo caso si darà il via ad un progetto di italianizzazione e ringiovanimento della rosa, mentre nel secondo ci sarà spazio a maggiori investimenti. Il presidente rossonero, però, senza garanzie non cederà: lo ha fatto capire più volte. E, dopo aver ricevuto quelle sul progetto cinese, ora desidererebbe avere quelle sugli investimenti della cordata interessata al Milan.

In ogni caso – sottolinea questa mattina ‘La Gazzetta dello Sport’ -, anche in caso di cessione, all’interno della società rossonera ci sarà spazio ancora per Barbara Berlusconi e Adriano Galliani. I cinesi, infatti, sarebbero pronti a formare una nuova governance che potrebbe essere così composta: Berlusconi presidente onorario, Gancikoff probabile AD, Galliani a guidare il mercato e Lady B nel CDA. A capo del progetto tecnico, invece, come più volte sottolineato, potrebbe esserci Unai Emery.

 

TI POSSONO INTERESSARE ANCHE:

Milan, Berlusconi ancora dubbioso: vuole nuove garanzie sulla cordata cinese 

Cessione Milan, addetti ai lavori ottimisti: “Mancano solo le firme”  

Dalla Croazia tuonano: Kovacic potrebbe tornare all’Inter       

Calciomercato – Il Milan punta un altro terzino: occhi su Amavi

SEGUICI:

Sulla nostra nuova ‘App’
Su Facebook
Su Twitter

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy