Milan, piace Paredes ma … decide la UEFA: il punto

Milan, piace Paredes ma … decide la UEFA: il punto

Leandro Paredes, argentino dello Zenit, primo nome per il centrocampo. Il Milan, però, deve prima capire che sanzioni arriveranno da Nyon

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Il quotidiano ‘Tuttosport’ oggi in edicola ha ricordato come i paletti che la UEFA imporrà prossimamente al Milan per rientrare nei parametri del Fair Play Finanziario (FFP), giocoforza, caratterizzeranno anche la sessione di mercato invernale del club di Via Aldo Rossi.

Qualora la UEFA decidesse di non fissare limitazioni forti per il Milan, il responsabile dell’area tecnico-sportiva Leonardo potrebbe virare, per il centrocampo, con decisione su Leandro Paredes, classe 1994, regista argentino dello Zenit già ammirato in Italia con le maglie di Empoli e Roma.

Sarebbe lui, a conti fatti, la prima scelta per sostituire Lucas Biglia, fuori per almeno 4 mesi per la lesione del gemello mediale del polpaccio destro, sia per età che per caratteristiche tecniche. Unico problema: lo Zenit vuole 30 milioni di euro e, nel caso di una UEFA ‘rigida’ nei confronti delle possibili manovre finanziarie del club rossonero, intavolare una trattativa, per esempio, di prestito con diritto di riscatto diventerebbe complicato.

Medesimo discorso, ha concluso il quotidiano torinese, può essere fatto per i rinforzi in difesa: al Milan piacerebbe prendere Medhi Benatia, 31enne centrale marocchino, dalla Juventus, ma, nel caso in cui non potesse muoversi come desiderato, Leonardo virerebbe sul meno costoso Rodrigo Caio, 25enne del San Paolo.

PER L’ATTACCO, INVECE, PRIMA SCELTA DEL MILAN RESTA SEMPRE ZLATAN IBRAHIMOVIĆ. PER LE ULTIME SULLO SVEDESE, CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy