Milan, niente Ibrahimović e Fàbregas per ‘colpa’ del Fair Play Finanziario

Zlatan Ibrahimović e Cesc Fàbregas: erano questi i rinforzi prescelti dal Milan per il mercato di gennaio. Poi è arrivata la sentenza UEFA …

di Daniele Triolo, @danieletriolo

Secondo quanto riportato dall’edizione odierna del ‘Corriere dello Sport – Stadio’, sarebbero stati Zlatan Ibrahimović, per l’attacco, e Cesc Fàbregas, per il centrocampo, i rinforzi prescelti dal Milan di Leonardo e Paolo Maldini per questa sessione invernale di calciomercato.

Le operazioni erano, infatti, state avviate già in autunno, con ripetuti e frequenti contatti con l’entourage di entrambi i giocatori. Poi, però, si sono arenate al momento della chiusura. Questo perché la sentenza UEFA, che obbligherà il Milan a raggiungere il pareggio di bilancio entro il 30 giugno 2021, ha, di fatto, ‘strozzato’ il mercato del club di Via Aldo Rossi.

L’ingaggio di Ibrahimović è stato giudicato troppo ‘rischioso’ per età e condizioni fisiche, anche se, ha riportato il ‘CorSport’ in edicola, si dice che lo svedese abbia ‘usato’, in qualche modo, le voci sul Milan per strappare ai Los Angeles Galaxy le migliori condizioni contrattuali possibili. Per Fàbregas, invece, lo stop è stato imposto dai costi eccessivi dell’affare.

Per cederlo, infatti, il Chelsea avrebbe voluto 10 milioni di euro (cifra poi pagata dal Monaco, che si è assicurato lo spagnolo), cifra giudicata elevata per un giocatore prossimo al regime di svincolo e di quasi 32 anni. Quindi, il Diavolo ci ha provato con Fabio Quagliarella e Luis Muriel, ma è andata male. Ora, ha concluso il quotidiano romano, al Milan non resta che affondare il colpo sui nuovi obiettivi. Tenendo, però, sempre sotto occhio il Fair Play Finanziario.

PER L’ESTATE, NEL FRATTEMPO, SPUNTA UNA PISTA CLAMOROSA PER L’ATTACCO. CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy