Calciomercato Milan – Involuzione Suso: sarà sacrificato in estate?

Jesus Suso vive un momento di forma non irresistibile. Al Milan, però, qualcuno sarebbe convinto di cederlo a fine stagione: ecco i motivi

di Daniele Triolo, @danieletriolo

I quotidiani sportivi in edicola questa mattina hanno dedicato un approfondimento a Jesus Suso, esterno offensivo del Milan, che, in questa fase della stagione, vive un momento di forte appannamento. Sembrano lontani i tempi in cui il 25enne nativo di Cadice illuminava la scena rossonera con gol ed assist.

Al momento, infatti, le prestazioni di Suso non soddisfano le esigenze della squadra milanista e, secondo quanto riportato da ‘Tuttosport’, in casa Milan sembra che qualcuno si sia convinto come il talento iberico abbia ormai fatto il suo tempo in rossonero, sia diventato prevedibile e, pertanto, sacrificabile in estate sul mercato.

Il suo contratto scade il 30 giugno 2022: al suo interno, lo ricordiamo, c’è una clausola rescissoria (valida soltanto per l’estero) del valore di 38 milioni di euro e, per quanto, ha sostenuto il quotidiano torinese, si possa essere abbassato il suo prezzo nell’ultimo periodo, la valutazione di Suso oscilla sempre intorno a tale cifra.

Arrivato al Milan per pochissime migliaia di euro, una sua cessione garantirebbe al Milan praticamente tutta plusvalenza: una circostanza da non sottovalutare. Paradossalmente, ha scritto ancora ‘Tuttosport’, l’arrivo a Milano di Krzysztof Piatek, bomber letale sotto rete, ha peggiorato la situazione di Suso. Il polacco, infatti, deve essere servito e valorizzato senza troppi fronzoli: Suso, al contrario, tende un po’ troppo al dribbling e, di conseguenza, limita il potenziale offensivo dell’ex genoano.

INTANTO, IN ESTATE, IL MILAN POTREBBE PRENDERE UN FORTE ATTACCANTE DALLA LIGA. CONTINUA A LEGGERE >>>

SEGUICI SUFacebook /// Twitter /// Instagram /// Telegram

SCARICA LA NOSTRA APPiOS /// Android

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy